I rimedi della nonna sono spesso stravaganti, ma molti di essi sono anche molto efficaci. Questa settimana parliamo di frigoriferi e delle brutte sorprese che possono riservare. Uno dei problemi più comuni e insidiosi è il cattivo odore che riempie le narici ogni volta che lo si apre: non proprio piacevole!

Con il tempo, la reazione chimica tra alcuni alimenti e l’umidità può provocare la produzione di odori sgradevoli.

Ad esempio, quante volte capita che qualche alimento nel nostro frigorifero non venga consumato e ce ne dimentichiamo finché il suo odore non inizia a diventare sgradevole?

Per evitare questa situazione, è bene organizzare i prodotti in modo che quelli che scadono più presto siano collocati in un luogo facilmente visibile.

Ma se la pulizia viene trascurata, i batteri possono moltiplicarsi e causare cattivi odori. In questi casi, è importante pulire a fondo, con metodi di pulizia profonda come la sgrassatura che eliminano tutti i microrganismi, per evitare la contaminazione degli alimenti.

Disinfettando adeguatamente i nostri frigoriferi e poi utilizzando della normale carta igienica per assorbire gli odori, possiamo evitare che si sviluppino odori legati al cibo.

È sufficiente bagnare i bordi superiori e inferiori del rotolo con una soluzione di due parti a base di acqua e bicarbonato di sodio (due cucchiai, ben mescolati) in modo che si distribuisca uniformemente.

A questo punto, non resta altro da fare che inserire la carta igienica nel frigo: assorbirà ogni esalazione fastidiosa.