Miozzo (Cts): Natale tradizionale ce lo dobbiamo scordare

110

Agostino Miozzo, è intervenuto a “Porta a porta” per fare il punto sull’emergenza coronavirus, offrendo un assaggio di cosa ci potremo aspettare nelle prossime settimane in vista delle festività natalizie. Miozzo è stato perentorio: “Se anche la curva dovesse scendere nelle prossime settimane, noi un Natale tradizionale ce lo dobbiamo scordare. Possiamo immaginare un Natale più sereno, più legato alle tradizioni squisitamente familiari”.

Miozzo, la previsione dopo il 4 dicembre e sul Natale

Sull’andamento dell’epidemia in Italia, Miozzo ha detto che stiamo assistendo a una stabilizzazione della curva anche se l’impatto è ancora “molto pesante, i numeri sono molto forti”. Lo testimoniano le “centinaia di vittime che abbiamo tutti i giorni” che “ci stanno a ricordare che siamo ancora nel pieno del problema”.

Allo scadere del Dpcm attualmente in vigore, Miozzo immagina che dopo il 4 dicembre “negozi e ristoranti potranno probabilmente ritornare ad una seminormalità se rispetteranno quelle regole”, respingendo fermamente il “liberi tutti”.