In pochi lo conoscono o sanno a cosa serve: ecco tutto quello che dovete conoscre sul muscolo sartorio, il muscolo più lungo del corpo che tutti dovremmo rinforzare.

Ebbene sì, il muscolo sartorio batte per lunghezza il quadricipite. Una delle sue funzioni principali è la flessione, giocando un ruolo importante sia per il movimento dell’anca sia per quello del ginocchio.

È proprio lui a consentirci di assumere alcune posizioni, come incrociare ed accavallare le gambe. Il muscolo sartorio fa parte della coscia ed è così lungo (fra i 55 e i 60 cm) da attraversare ed agire, come detto, sulle articolazioni dell’anca e del ginocchio.

Grazie alle sue dimensioni, il muscolo è responsabile di gran parte dei movimenti e delle flessioni che eseguiamo con gambe e fianchi. Ad esempio, ci permette di ruotare le anche fuori dall’asse del corpo, piegare le ginocchia, sollevare le gambe.

Come rinforzare il muscolo sartorio

Il rafforzamento del muscolo sartorio è essenziale. Il suo allenamento porta numerosi benefici per la salute, non solo a livello estetico, ma ad esempio permette di accelerare il metabolismo.

Oltre a questo, i muscoli delle gambe supportano l’intero peso corporeo e ci permettono di camminare e muoverci in modo naturale.

Nel caso del muscolo sartorio, il nostro compito sarà quello di flettere la gamba ed eseguire movimenti rotatori. Pertanto, nelle persone sane si consiglia di eseguire l’allenamento della forza con la parte inferiore del corpo.

Esistono numerosi esercizi che possono essere eseguiti sia in palestra che a casa, e che aiutano a rafforzare questo muscolo. Lo squat è uno di questi.

Anche lo stretching può rinforzare il sartorio. Per eseguirlo in una forma corretta, la gamba deve essere portata nella posizione opposta. Si consiglia quindi di sdraiarsi su un fianco su una superficie piana, estendere la parte superiore della gamba e rotare le anche verso l’interno.

Rafforzarlo è estremamente importante: il suo allenamento, infatti, porta numerosi benefici, fra cui l’accelerazione del metabolismo. Come fare? Il modo più semplice è quello di flettere le gambe ed eseguire movimenti rotatori; ma esistono diversi esercizi, da eseguire a casa o in palestra, primi fra tutti lo squat e lo stretching.

Per eseguire correttamente quest’ultimo, portate una gamba nella posizione opposta.

Il consiglio è quello di sdraiarsi su un fianco, su una superficie piana, e di estendere la parte superiore della gamba, ruotando le anche verso l’interno.

Una curiosità: sapete perché il sartorio si chiama così. Il nome deriva dal latino “sartor”, ovvero “sarto”, per antonomasia colui che è solito, per professione, incrociare le gambe!