La Cola è un albero molto comune in Africa equatoriale e in altre zone tropicali. I semi dei frutti dell’albero di Cola, chiamati anche noci, sono ricchi di principi attivi come caffeina, teobromina e xantine, importanti per la sua attività.

Principi attivi

I principi attivi della cola sono: caffeina (in una percentuale compresa tra l’1,5 e il 3,5%), colatina, tannini, flobafeni, teobromina, flavonoidi, tannini catechici, procianidine, polifenoli, metilxantine (teobromina, teofillina e caffeina).

Le noci di cola ossono essere inserite, anche se con precauzione,in regimi dietetici dimagranti grazie all’effetto anti-fame della caffeina e alcune delle sostanze che contengono, oltre ad avere un leggero effetto diuretico, stimolano la secrezione dei succhi gastrici, migliorando il processo digestivo.

Come avviene per il caffè, anche la cola funge da broncodilatatore e allevia quindi patologie come pertosse e asma bronchiale, ma gli alcaloidi stimolanti possono influire sulla quantità e qualità del sonno: meglio non consumarle la sera e non proporle ai bambini. Sono controindicate anche in gravidanza e allattamento, in caso di ipertensione, colesterolo alto e problemi cardiaci.

Le dosi consigliate corrispondono a trenta gocce tre volte al giorno o, in caso si usi la polvere incapsulata, due o tre compresse al dì: in questa formulazione, l’effetto eccitante della caffeina è molto ridotto, ma è sempre meglio consultare il medico prima di inserire questo alimento nella dieta.

Proprietà terapeutiche della cola

La caffeina è il componente principale della cola e svolge le seguenti azioni sull’organismo: aumenta il livello di attenzione e concentrazione stimolando l’attività cognitiva. L’azione tonica e adrenergica della caffeina coinvolge anche l’apparato neuromuscolare, l´apparato cardiovascolare eliminando liquidi e grassi in eccesso (effetti diuretici e lipolitici). La Cola è quindi un ottimo energizzante adatto alle situazioni in cui abbiamo bisogno di energia psicofisica, ovvero in caso di:

  • Stanchezza fisica e mentale: grazie all’azione stimolante sulle prestazioni cognitive e l’apparato muscolare
  • Attività muscolare intensa: in quanto ha un’azione cardiotonica che aumenta la pressione arteriosa e supporta i muscoli durante lo sforzo
  • Ritenzione di liquidi: la Cola agisce come diuretico favorendo una migliore eliminazione dei fluidi con effetto anticellulite
  • Aumento di peso: grazie all’azione stimolante sull’attività muscolare e l’effetto diuretico, la Cola aiuta il processo dimagrante
  • Mal di testa: specie se tensivo e causato da una cattiva circolazione del sangue
  • Disturbi sessuali: le proprietà afrodisiache della Cola sono legate all’effetto stimolante della caffeina sull’apparato circolatori

Formulazioni e applicazioni

La Cola produce la noce di cola, all’interno della quale sono custoditi i semi. Ogni baccello di cola è composto da quattro o cinque semi. In fitoterapia si utilizza il seme, dopo averlo privato dell’involucro esterno, essiccato al sole e infine ridotto in polvere. I preparati erboristici a base di Cola sono principalmente: infusi, estratti fluidi, tinture, polveri essiccate. Vediamo come prepararli e assumerli:

  • Infuso, in una tazza di acqua bollente, aggiungi 1 o 2 g di polvere di noce di cola per una decina di minuti, assumi 3 tazze al giorno
  • Estratto secco, oltre alle tradizionali capsule disponibili in erboristeria e farmacia, puoi usare la polvere di noce di cola e aggiungerne cucchiaino da caffè nella propria bevanda preferita. La posologia giornaliera massima per la polvere è di 1 o 2 g
  • Estratto liquido si assume in da 0,6 a 1,2 ml, da una a tre volte al giorno
  • Tintura madre di cola, la posologia è da 1 a 4 ml al giorno

Precauzioni d’uso della cola

Occorre prestare particolare cautela nell’assunzione della Cola per non incorrere in effetti indesiderati e interazioni nocive con farmaci, piante officinali o integratori alimentari. Si consiglia di consultare sempre un medico prima dell’utilizzo rispettando dosi e posolologia. La Cola può provocare effetti indesiderati dovuti alla caffeina, quali: agitazione, nervosismo, insonnia, irritazione gastrica. L’eventuale sovradosaggio può determinare diverse conseguenze: mal di testa, aritmia, palpitazioni cardiache, nausea, vomito, ipertensione arteriosa; a dosi eccessive, la caffeina è nociva e può causare lesioni muscolari irreversibili. Infine, l’assunzione di caffeina protratta nel tempo causa dipendenza.

Controindicazioni e interazioni

La noce di cola è controindicata nelle persone che soffrono di ulcera gastrica, disturbi cardiaci, ipertensione arteriosa, insonnia, ansia. Da evitare in gravidanza e durante l’allattamento, non va somministrata ai bambini. Sconsigliata la masticazione della noce di cola, perché può causare tumori alla bocca. Non utilizzare la noce di Cola insieme ad altri stimolanti, come l’efedrina, che raddoppia pericolosamente gli effetti della caffeina. In caso di abuso, tale associazione di sostanze può provocare sintomi gravi come svenimenti e arresto cardiaco. Per le possibili interazioni, non assumere la Cola insieme ai farmaci:

  • Analgesici i cui effetti vengono moltiplicati
  • Sedativi e calmanti i cui effetti vengono ridotti
  • Broncodilatatori e altri stimolanti del sistema nervoso centrale di cui la Cola può aumentare gli effetti collaterali
  • Antiacidi, farmaci per la prevenzione dell’osteoporosi, anticoagulanti e antipiastrinici poiché la Cola aumenta il rischio di emorragia