L’olio essenziale di narciso attenua la tensione nervosa. Secondo studi recenti basati sull’esperienza pratica di psicoaromaterapia, il profumo al narciso è molto utile proprio per combattere gli stati di nervosismo del nostro Io. E’ stato studiato infatti che i profumi hanno impiegato millenni per prendere un posto stabile nel profondo della psiche dell’ uomo; tra i miriadi di profumi esistenti, il profumo al narciso ha stabilmente assunto la sua funzione rilassante, che contribuisce ad annullare gli stati di nervosismo. Favorisce il relax, placando la tensione nervosa e contrastando il nervosismo. Elimina la stanchezza, lo stress e riduce idisturbi derivanti dai ritmi frenetici della vita.

Questo fiore, dal profumo forte e piacevolmente inebriante, ha importanti qualità curative. L’olio essenziale che se ne ricava ha un colore arancio intenso e un penetrante aroma dolciastro. Un tempo era somministrato come narcotico, e nell’antica Roma veniva utilizzato per sedare i dolori delle ferite e, al bisogno, come tranquillante quando la tensione nervosa si faceva eccessiva. L’olio essenziale di narciso è duqne un toccasana se siete sempre tesi e ansiosi: va messo nella dose di 3-4 gocce nel bruciaessenze e diffuso nell’ambiente di casa o dell’ufficio.

La tensione nervosa attanaglia molte persone, e la vita frenetica del giorno d’oggi non aiuta. Quando non si tratta di ansia (se si ha il dubbio è sempre necessario prima rivolgersi ad un professionista), la natura ci viene in aiuto con i suoi rimedi, come l’olio di narciso.

Il bagno al narciso placa e rasserena

L’olio di narciso può anche essere utilizzato per un bagno capace non solo di placare la tensione nervosa ma anche di  rigenerare il tessuto cutaneo: il narciso, infatti, stimola il ricambio delle cellule invecchiate e dona una pelle trasparente e morbida. Preparatevi una vasca d’acqua calda con 2-3 manciate di amido di riso, aggiungete un litro di latte e 8 gocce di olio essenziale di narciso.  Si può ripetere il trattamento per almeno 2-3 settimane, per esempio durante il weekend: favorirà il relax, placherà lea tensione nervosa contrastando il nervosismo caratteristico del periodo. Inoltre, il bagno con l’olio essenziale di narciso riassorbe la stanchezza, elimina lo stress e riduce i dolori premestruali.

Il suo nome è legato a un mito

Il nome dato a questo fiore è legato al mito di Narciso: quando a qualcuno si dice “sei un Narciso!” si intende che va troppo fiero delle proprie qualità, ma anche che è troppo preso da se stesso e non è in grado di dedicarsi ad altri. Tale significato origina dal mito di Narciso, il giovane che Ovidio descrive nella Metamorfosi e che, per colpa del troppo amore per se stesso, morì annegato nelle acque di uno stagno dove stava rimirando la propria immagine. Sulle sponde di quel laghetto sbocciarono i narcisi, che spesso sembrano specchiarsi nell’acqua delle sorgenti, alla ricerca della loro immagine riflessa.

Controindicazioni e avvertenze

La narcisina è un alcaloide velenoso presente nei bulbi che se ingerito può provocare disturbi a livello nervoso e gastrointestinale. Se ne sconsiglia la coltivazione in vaso, su balcone o terrazzo, soprattutto in presenza di animali, se non può esservi il controllo da parte dell’uomo, questo proprio perché gli animali sono soliti scavare buche e potrebbero venire a contatto con la sostanza velenosa.