Il Ribes nigrum, che probabilmente conoscerai come ribes nero, è una pianta che vanta numerose proprietà interessanti per la tua salute, che giustificano il suo ampio utilizzo in fitoterapia. Dell’arbusto si usano foglie, gemme e frutti, delle bacche di colore scuro: scopri quali benefici sono associati alle varie preparazioni ricavate da queste parti e le controindicazioni a cui fare attenzione.

L’olio di ribes nero, definito anche cortisone naturale, è ottimo per le pelli che presentano con couperose dermatiti, acne e aiuta ad eliminare persino i brufoli facendoli guarire più facilmente grazie alla sua azione disinfettante.

Se associato poi al gel di aloe vera apporta maggiori effetti benefici. Il ribes nero è un arbusto alto fino a 2 metri, tipico dell’Europa e dell’Asia, dalle grandi foglie e che presenta fiori di colore verde-bianco.

I suoi frutti sono bacche nere ricche di semi che solitamente compaiono tra Agosto e Settembre. Hanno un profumo intenso e al loro interno contengono diversi oli essenziali.

Il ribes nero è considerato un vero e proprio antibiotico naturale in grado di contrastare infiammazioni, malanni stagionali, stress e allergie, è pertanto una valida alternativa naturale ai farmaci.

Il suo frutto derivato è un potente antiinfiammatorio e antistaminico che agisce contro dermatite, acne, congiuntivite, asma, riniti, bronchite, faringite e laringite.

Inoltre rafforza il sistema immunitario combattendo la stanchezza e aumentando di conseguenza la resistenza al freddo.

A differenza del cortisone esso agisce stimolando le ghiandole surrenali a produrre cortisone in grado di far fronte ad eventuali reazioni allergiche.

Non presenta inoltre particolari effetti collaterali rispetto al cortisone e qualora si dovessero manifestare, basterà non superare l’utilizzo per tre mesi consecutivi al fine di evitarli.

L’olio di ribes nero è un valido alleato per il benessere della pelle del viso in quanto aiuta a contrastare acne, eritemi, dermatiti, sindromi premestruali, prurito e ipercolesterolemia.

Olio di ribes nero proprietà

Il ribes nero è una di quelle piante di cui s’impiegano varie parti e si hanno perciò diverse proprietà terapeutiche. L’uso più frequente che se ne fa è quello sotto forma di gemmoderivato o macerato glicerinato (MG).

Questa è una preparazione erboristica liquida ottenuta dai tessuti embrionali freschi della pianta quali germogli, boccioli, radici, linfa e semi all’interno di una miscela di acqua, alcool e glicerina.

Olio di ribes nero benefici

Come già anticipato pocanzi, le gemme di ribes nero sono ricche di flavonoidi e glicosidi, noti per stimolare la produzione di sebo da parte delle ghiandole surrenali, per ridurre le infiammazioni e utili come antistaminici naturali.

Contengono anche olio essenziale efficace per le ostruzioni infiammatorie delle vie respiratorie ed utile in caso di raffreddori e bronchiti.

Le foglie del ribes nero invece contengono diterpeni, triterpeni e polifenoli oltre a flavonoidi, olio essenziale, tannini e principi attivi diuretici in grado di depurare il sangue e di depurare il corpo dalle tossine e dal colesterolo in eccesso.

Per ciò che concerne i semi di ribes nero contengono al loro interno potenti infiammatori utili per prevenire la formazione di trombi nei vasi sanguigni e per le degenerazioni aterosclerotiche a carico delle arterie, principali cause di ipertensione e patologie cardiocircolatorie.

Sono ricchi di acidi grassi essenziali e polinsaturi quali acido linoleico, acidi gamma, acido alfa-linoleico, acido oleico e acido stearidonico.

I frutti del ribes nero contengono vitamina C, vitamina A, ferro, minerali come rame, manganese, potassio e magnesio, flavonoidi e sostanze attive per contrastare infiammazioni e volti a proteggere i vasi sanguigni.

Olio di ribes nero usi

Il ribes nigrum grazie alla sua azione antiinfiammatoria, antistaminica e anti-influenzale, libera le vie aeree in caso di sintomi influenzali, raffreddamento e manifestazioni allergiche.

E’ anche un valido alleato per depurare il corpo dalle tossine in eccesso e può essere utilizzato come gemmoderivato, macerato glicerico, tintura madre, olio estratto dai semi, succo e infuso.

Allergie stagionali

Il ribes nero è un antistaminico naturale in quanto è capace di bloccare l’azione dell’istamina e di modulare le manifestazioni allergiche potenziando il sistema immunitario. Si consiglia di assumere dalle 30 alle 50 gocce di macerato di ribes nero sciolte in acqua per 2-3 volte al giorno in un periodo che va dai 2 ai 4 mesi.

Sintomi da raffreddamento

Il ribes nigrum è utile in caso di raffreddore, bronchiti, mal di gola, influenza stagionale e febbre in quanto aiuta a liberare le vie aeree sostenendo il sistema immunitario ad una pronta guarigione. In questi casi si consiglia di assumere il gemmoderivato e l’infuso.

Infiammazioni articolari e reumatismi

Il ribes nero è una valida alternativa al cortisone perché stimola la corteccia surrenale a secernere cortisolo ematico naturale inibendo i processi infiammatori senza produrre gli effetti dannosi del cortisone farmacologico.

Inoltre aiuta a contrastare infiammazioni articolati, reumatismi, artrosi e gotta. In questi casi sono consigliate 30 gocce di tintura madre di ribes nigrum sciolte in acqua da assumere tre volte al giorno per due mesi.

Dolori ossei e muscolari

Il ribes nero è in grado di ridurre dolori muscolari da affaticamento poiché stimola la produzione di cortisoli. In questi casi è consigliato assumerlo sotto forma di tintura madre.

Allergie e dermatiti

Il ribes nigrum ha un potente effetto antistaminico per via della presenza di quercetina e flavonoidi. E’ ottimo per trattare le irritazioni delle vie respiratorie dovute alle allergie primaverili e in caso di orticaria o dermatiti. In questi casi si consiglia l’assunzione del macerato.

Colesterolo alto

Promuovendo la depurazione del sangue il ribes nero è in grado di stimolare l’eliminazione delle tossine presenti nell’organismo e di contrastare la formazione di colesterolo cattivo. E’ consigliata l’assunzione di due cucchiaini di succo di frutti di ribes nero non zuccherato come digestivo.

Ipertensione

Il ribes nero stimola la diuresi e regola la pressione. In questi casi si utilizza la tintura madre: versa 20 gocce di tintura madre in mezzo bicchiere di acqua e aggiungi 15 gocce di macerato glicerico di olivo. Assumilo per due volte al giorno in un periodo che va da un mese ad un massimo di due.

Olio di ribes nero: Caratteristiche

L’olio di ribes nero, insieme all’olio di enotera e all’olio di borragine, rappresenta una delle poche fonti vegetali contenenti acido gamma-linoleico (GLA). E’ ricco di acidi grassi polinsaturi essenziali come l’acido alfa-linoleico, acido oleico e acido linoleico.

Il ribes nigrum oil contiene una frazione insaponificabile (1-1,2%), composta da steroli, idrocarburi, tocoferoli e alcoli triterpenici e viene largamente impiegato nella formulazione di creme idratanti, elasticizzanti e anti-età.

Olio di ribes nero proprietà cosmetiche

Il ribes nigrum oil viene impiegato in cosmesi per una varietà di prodotti destinati alle pelli secche e sensibili oppure in formulazioni anti-invecchiamento, in quanto contribuisce al mantenimento dell’integrità della barriera cutanea attenuando i danni causati dai raggi ultravioletti, dai radicali liberi e dall’invecchiamento cutaneo.

Sulla pelle esercita un’azione emolliente e decongestionante ed è un valido alleato nel trattamento di manifestazioni cutanee quali dermatiti e psoriasi.

L’olio di ribes nero è un vero e proprio concentrato della natura in quanto possiede proprietà straordinarie ma poco conosciute. E’ possibile contrastare diversi inestetismi della pelle con l’olio di ribes nero quali, per esempio, couperose e acne rosacea.

L’acne rosacea, per l’appunto, si manifesta con brufoli situati soprattutto sulle guance ed accompagnati da un’infiammazione visibile ad occhio nudo, tanto che la pelle si presenta molto arrossata.