La variante Omicron 5 sta facendo impennare i contagi Covid in Italia. Col recente boom di casi, il personale del Servizio Sanitario di Urgenza 118 ha notato il ritorno di episodi di polmonite che richiedono la ventilazione assistita, di cui sarebbe responsabile la sottovariante di Omicron BA.5.

L’allarme lanciato dal 118

A riportare l’allarme lanciato dal presidente nazionale del Servizio Sanitario di Urgenza 118, Mario Balzanelli, è l’agenzia ‘ANSA’: “Ricominciamo a vedere cose che non vedevamo più: mentre le precedenti versioni di Omicron risparmiavano le vie aeree inferiori, adesso stiamo ricominciando a vedere polmoniti provocate dalla Omicron BA.5, che riesce a raggiungere gli alveoli polmonari”.

Mario Balzanelli ha spiegato che si stanno osservando “forme di polmonite virale che richiedono la ventilazione assistita”.

Mario Balzanelli ha anche riferito che nelle strutture di pronto soccorso sono rilevate in questo periodo “moltissime persone positive al virus SarsCoV2 del tutto asintomatiche”. Il presidente nazionale del Servizio Sanitario di Urgenza ed Emergenza Medica 118 ha spiegato: “Sono persone che arrivano per accompagnare minori o anziani, o per fare medicazioni, e che devono fare il tampone come previsto per chiunque arrivi in un pronto soccorso”. Stando a quanto riferito da Balzanelli, è un fenomeno che si sta osservando “da alcune settimane” e su cui “non sono ancora disponibili dati unitari”, ma che può essere ritenuto l’indice di una “circolazione virale elevatissima”.