Variante Omicron, un nuovo disturbo, è stato osservato da chi l’ha contratta: una paralisi che si verifica in fase Rem, durante il sonno profondo.

Un sintomo spaventoso quello individuato ora dagli esperti, stiamo parlando della paralisi del sonno. Secondo il Ssn “la paralisi del sonno è quando non puoi muoverti o parlare mentre ti svegli o ti addormenti”.

Si tratta di un disturbo che può colpire in qualsiasi fase del sonno e che si verifica quando appunto i muscoli non rispondono ai comandi del cervello perché in pratica il corpo è ancora addormentato mentre le nostre attività cognitive cerebrali sono nella fase di veglia.

In linea di massima è un fenomeno che dura solo pochi secondi. La risposta della scienza però è più convincente, viene classificata tra le parasonnie, trattasi di paralisi fisiologica dei muscoli caratteristica della fase Rem che si inserisce in un momento di transizione tra la veglia e il sonno.

Cosa succede mentre si dorme

Alcuni malati in Regno Unito hanno segnalato un nuovo sintomo che è stato descritto come un “incubo”: molte persone infettate hanno riferito di aver sperimentato una “terrificante” paralisi del sonno. L’Nhs, ossia il Servizio sanitario inglese, ha spiegato che “la paralisi del sonno è quando non puoi muoverti o parlare mentre ti svegli o ti addormenti”. Come riporta il Mirror, questa condizione si verifica “quando una persona non può muovere i muscoli perché è in modalità di sospensione mentre il cervello è attivo. Può colpire le persone in qualsiasi fase del sonno e talvolta causare anche allucinazioni come la sensazione che qualcuno ti stia spingendo verso il basso”.

Omicron, il sintomo che non ti aspetti

Ma cosa centra la paralisi del sonno con Omicron? A differenza della variante Delta, Omicron non colpisce i polmoni, ma le alte vie respiratorie. Non è però chiaro il motivo di questo sintomo da associare al nuovo Covid, sta di fatto che diverse persone che l’hanno contratto ne fanno cenno. Bisogna precisare che la paralisi del sonno è un fenomeno estremamente raro e del tutto innocuo, tutti lo abbiamo provato o lo proveremo una o due volte nella vita, ma non ha alcuna conseguenza, se non lo spavento

I sintomi comuni di Omicron

I sintomi più comuni finora conosciuti dati dalla variante Omicron si confondono e sovrappongono a quelli di un comune raffreddore o influenza come mal di testa e dolore alle ossa: molto più rari, invece, i vecchi sintomi inconfondibili che toglievano gusto e olfatto. Essendo simil influenzale, chi viene colpito ha anche gola irritata, naso che cola, mal di testa e dolori muscolari. Adesso, però, si apprende di questa paralisi notturna e sudorazione. Inoltre, alcuni pazienti colpiti dalla variante hanno dichiarato di aver avuto congestione, annebbiamento cerebrale ed eruzioni cutanee.