L’origano è pianta officinale ricca di proprietà benefiche che raggiunge, sul finire dell’estate, il massimo del suo splendore. Si tratta di una pianta spontanea, che molti di noi conoscono soprattutto per le sue qualità aromatiche.

Questa pianta officinale è originaria dei paesi del bacino del Mediterraneo. Il nome deriva da due termini greci, ossia oros (montagna) e gamos (delizia splendore). Il suo significato è quindi: splendore della montagna. E difatti cresce spontaneo nelle zone collinari e montuose, nei punti più impervi e rocciosi, riuscendo a spezzare il paesaggio con i suoi splendidi fiori rosa.

Proprietà dell’origano

Le proprietà dell’origano sono molteplici, e questo lo rende a pieno titolo una vera e propria pianta officinale. Questo termine, infatti, indica tutte quelle specie di piante (erbacee o arboree) che venivano anticamente usate nelle officine botaniche, per le loro proprietà in ambito farmaceutico, alimentare, cosmetico ed erboristico.

Naturalmente l’origano è una pianta aromatica. L’uso come spezia in cucina è rinomato, ma ha anche proprietà medicinali e benefiche per l’organismo, tradizionalmente sfruttate. Queste sono:

  • Espettoranti
  • Antispasmodiche
  • Antisettiche
  • Antifermentative
  • Antidolorifico
  • Anticellulite

Per questi scopi viene di solito utilizzato in tre modi: olio essenziale, infuso, polvere. Vediamo i tre diversi utilizzi.

Olio essenziale di origano

L’olio essenziale di origano ha proprietà espettoranti e antispasmodiche, antisettiche e antifermentative. Il suo uso è consigliato in caso di sindromi infettive, dolori al ventre, bronchite e asma. La dose da assumere è di 3-5 gocce al giorno sciolte nel miele per 2-3 volte al giorno. Attenzione ai dosaggi, l’olio essenziale di origano se assunto in quantità eccessive ha un effetto dapprima eccitante e poi narcotizzante.

Altro uso di quest’olio essenziale è come antisettico locale e antidolorifico contro un improvviso mal di denti. Basta bagnare un batuffolo di cotone con 2 gocce d’olio e poggiarlo direttamente sulla parte interessata. In campo cosmetico l’olio essenziale di origano può essere utilizzato contro gli inestetismi della cellulite. In questo caso si usa sulla pelle come idratante curativo. Le dosi sono di 10 gocce di olio essenziale mescolate in 90 g d’olio di mandorle dolci.

Infuso di origano

L’infuso di origano si prepara utilizzando 25-30 g di foglie e fiori secchi in un litro d’acqua bollente. Il tempo d’infusione è di 15 minuti con il coperchio chiuso. Lasciate raffreddare e filtrate accuratamente. Diversamente dall’olio essenziale, l’infuso è un efficace rimedio naturale contro l’asma, il catarro bronchiale e la tosse dei fumatori. La dose è 4-5 tazze al giorno da assumere prima o dopo i pasti.

L’infuso di origano combatte afte e stomatiti

L’infuso di origano è particolarmente efficace contro le infezioni del cavo orale (afte e stomatiti) ma anche contro il mal di gola e la tosse, poiché associa un’azione sedativa a una fluidificante. Si prepara ponendo in infusione per 10 minuti 15 grammi di origano (sommità fiorite) in un litro di acqua, quando questa ha raggiunto l’ebollizione. Alla fine si filtra e se ne bevono 2-3 tazze al giorno, dolcificando eventualmente con un cucchiaino di miele. E se, come spesso accade in primavera, si soffre di sanguinamenti delle gengive, dopo il lavaggio è utile massaggiare sul colletto dei denti una goccia di olio essenziale d’origano: oltre a rinfrescare l’alito, ha un’azione antibatterica e rinforzante sulle mucose della bocca.

I fiori puri sono dotati di maggiore efficacia ma di difficile reperimento in erboristeria.Quando acquistate, o coltivate l’origano, fatene seccare i fiori giunti a giusta maturazione e conservateli in un luogo asciutto. Quindi servitevene al bisogno.

L’origano contro i dolori cervicali

Se soffrite di emicrania e dolori cervicali, preparate questo unguento dalle notevoli proprietà: fate macerare per un’ora 100 g di fiori secchi di origano in 500 ml di olio riscaldato a bagnomaria. Poi prendete un tampone, imbevetelo ben bene e massaggiate le parti doloranti. Potete anche procedere così: mescolate 20 gocce di olio essenziale di origano con un cucchiaio di vaselina, uno di lanolina e uno di ossido di zinco: in caso di pruriti o di eczema, applicatelo sulla pelle. Il risultato è ottimo.