Palermo, simulano matrimonio per festeggiare battesimo: multati

Una coppia residente a Palermo ha simulato il banchetto per un matrimonio per festeggiare insieme a 50 amici il battesimo della figlia. La messinscena è stata organizzata nella zona Molara, ma la festa è stata interrotta dai carabinieri: la Sicilia, fino a lunedì 17 maggio, tra l’altro è in zona arancione. La vicenda è stata resa nota dall’Ansa.

I genitori della bambina erano convinti che si potesse organizzare il banchetto nuziale e non quello legato al battesimo, così ha allestito la messinscena.

I carabinieri del nucleo radiomobile hanno addirittura trovato la madre con indosso un vestito da sposa. La festa è avvenuta in un ristorante di Palermo che però, fino a lunedì 17 maggio, avrebbe dovuto restare chiuso consentendo solo il servizio d’asporto, essendo la Sicilia ancora in zona arancione.

I genitori hanno raccontato ai militari che stavano festeggiando il loro matrimonio, ma come motivazione non sarebbe comunque bastata, a prescindere dalla veridicità: il decreto in vigore consente la sola celebrazione religiosa con rigide restrizioni.

In un secondo momento i carabinieri hanno accertato che la coppia era già regolarmente sposata. Sono stati multati i genitori e il titolare del servizio di catering, 1.200 euro: sono in corso gli accertamenti nei confronti del titolare del ristorante.