Il gonfiore addominale e la presenza di dolore alla bassa schiena possono essere due sintomi causati solitamente dalla sindrome del colon irritabile. Il dolore alla bassa schiena può dipendere da disturbi di origine viscerale come le coliti, la sindrome del colon irritabile, la diverticolite ecc.

Il gonfiore addominale avviene quando l’addome si riempie di aria o gas. Questo eccessivo gonfiore può far sembrare il tuo addome più grande, e al tatto sembrare più duro.

In alcuni casi, questo rigonfiamento anomalo della pancia, può causare mal di schiena. La schiena funge da supporto e sistema stabilizzante per il tuo corpo. 

Analizziamo più nel dettaglio, la correlazione che esiste tra la pancia gonfia e il mal di schiena lombare.

Gli organi sono collegati alla schiena attraverso delle piccole strutture, che ricordano vagamente i legamenti del corpo umano.

Se ad esempio, hai un addome gonfio, teso, e sofferente, questo sintomo fastidioso potrebbe creare una trazione sulle vertebre, e favorire la comparsa di fitte dolorose alla zona lombare, causando mal di schiena.

Almeno nel periodo iniziale, potresti avere un addome gonfio e teso, senza però presentare nessuna problematica alla schiena, tuttavia, nel lungo periodo, questo rigonfiamento anomalo può portare a sperimentare costanti dolori nella zona lombare.

Ora che abbiamo capito la relazione che esiste tra la pancia gonfia, e il dolore al basso ventre, scopriamo tutte quelle condizioni o patologie che presentano entrambi questi fattori.

Pancia gonfia, dolori alla schiena e al basso ventre: le cause

Sindrome del colon irritabile

Quando soffri di dolore addominale e gonfiore, è possibile che tu soffra di IBS o sindrome dell’intestino irritabile . Alcuni soggetti con la sindrome del colon irritabile, oltre ad avere problemi di pancia gonfia, presentano dolori alla schiena e al basso ventre.

Il dolore alla bassa schiena può essere percepito maggiormente in alcune zone, rispetto ad altre.

A seconda delle condizioni, puoi sentire il dolore in una parte specifica dell’addome, come ad esempio nella parte inferiore. 

A volte, l’intero addome può essere doloroso con una sensazione maggiormente dolorosa ai lati, e nella parte bassa della schiena, oppure presentare sintomi dolorosi  nella parte bassa della schiena e nel bacino.

Calcoli biliari

I calcoli biliari si formano quando la bile immagazzinata nella cistifellea si indurisce in materiale simile alla pietra.

Troppo colesterolo, sali biliari o bilirubina (pigmento biliare) possono causare i calcoli biliari.

Quando i calcoli diventano eccessivamente grandi, ed iniziano ad ostruire i dotti biliari, possono iniziare a sopraggiungere i sintomi iniziali di questa condizione.

Si verificano solitamente inseguito a pasti ricchi di grassi, o durante la notte. I sintomi più comuni associati ai calcoli biliari sono:

  • Brividi
  • Meteorismo addominale
  • Ittero
  • Dolore alla spalla destra
  • Dolore molto forte percepito nella parte superiore della pancia, che solitamente dura dai 30 minuti, fino ad alcune ore.
  • Gonfiore addominale
  • Mal di schiena

Come possiamo eliminare in modo naturale il gonfiore addominale e il mal di schiena?

Il problema della pancia gonfia e del mal di schiena, nella maggioranza dei casi possono risolversi da soli, tuttavia, alcune volte questi sintomi fastidiosi, oltre a non scomparire, possono peggiorare ulteriormente.

In questi casi, ti consiglio caldamente di seguire tutte queste indicazioni, che includono:

I rimedi naturali contro il mal di schiena

1. Sali di Epsom

Il sali di Epsom sono un rimedio antico che sfrutta i benefici di zolfo e magnesio per una serie di problemi di salute. Contro il mal di schiena si possono usare sia disciolti nell’acqua del bagno caldo, sia sotto forma di impacco, mescolando i sali con un po’ di acqua bollente, la quantità che serve a renderli una pasta. Mettiamo il cataplasma sopra una salvietta di cotone e applichiamo sulla zona dolorante per 15 minuti.

2. Infuso di basilico

Il basilico è un’erba aromatica dalle molte virtù benefiche. Prepariamo un decotto con 30ml di acqua e una decina di foglie fresche, portando a bollore e lasciando sobbollire fino a quando il liquido non si riduce di un terzo. Lasciamo raffreddare l’infuso e beviamo con un pizzico di sale. Questo rimedio può essere usato una o due volte al giorno, a seconda dell’entità del dolore.

3. Olio caldo

Le nostre nonne sapevano bene che i dolori muscolari e articolari potevano essere attenuati da massaggi con olio caldo. Loro usavano quello di oliva, ma noi oggi possiamo adoperare quello di mandorle o cocco, con una punta di olio essenziale di eucalipto, che dona un’immediata sensazione di freschezza e ristoro dal mal di schiena.

4. L’aglio

Riconosciuto sin dai tempi antichi come ottimo antibiotico naturale, l’aglio è anche un antinfiammatorio potente, che ci aiuta contro il mal di schiena. A livello interno assumiamolo la mattina a stomaco vuoto, così semplice o messo a bollire in 20ml di latte vegetale. Una o due pecche d’aglio sono sufficienti allo scopo. In alternativa possiamo acquistare pastiglie e opercoli che contengono l’estratto, senza l’effetto collaterale del sapore pungente.

5. Succo di limone

Un altro antinfiammatorio naturale è il succo di limone spremuto fresco. Contro il mal di schiena lo possiamo provare sia per via interna, bevendo acqua calda e un limone spremuto appena alzate la mattina, lontano dalla colazione almeno mezz’ora, oppure per via locale. In quest’ultimo caso avremo però bisogno dell’olio essenziale della buccia, da mescolare ad un olio attivatore, come quello di cocco o anche di ricino. Massaggiamo in maniera dolce e non aggressiva dove sentiamo dolore per riattivare la circolazione e liberarci dal fastidio.

  • Praticare la respirazione del fuoco
  • Non esagerare con il consumo di cibi ricchi di fibre
  • Utilizzare un buon probiotico per migliorare la funzionalità digestiva 
  • Non bere alcolici o bevande gassate che possono peggiorare la distensione addominale
  • Non mangiare cibi pesanti da digerire, come la pizza, il kebab, la torta, il gelato, e in generale tutti quei cibi ricchi di calorie e grassi saturi
  • Utilizza a fine pasto delle tisane sgonfianti, come quella allo zenzero o alla curcuma. Se non vuoi assumere le tisane, puoi masticare a fine pasto un pezzetto fresco di zenzero crudo. Lo zenzero è una spezia dalle forti proprietà digestive e sgonfianti
  • Esegui per almeno una volta al giorno il massaggio addominale (durata minima 15 minuti)
  • Non bere mai l’acqua ghiacciata

Alcuni rimedi naturali per trattare l’eccessivo gonfiore addominale, possono essere usati anche per ridurre il dolore alla schiena.

Se vuoi ridurre il dolore percepito alla bassa schiena devi necessariamente:

  • rinforzare la muscolatura lombare 
  • migliorare la mobilità, e l’elasticità della bassa schiena
  • aumentare la circolazione della parte dolente attraverso il massaggio
  • migliorare la postura 

Pratica la respirazione del fuoco: ecco come si fa

  • Siediti in una posizione comoda, con la schiena diritta e le mani appoggiate sulle ginocchia.
  • Chiudi gli occhi e rilassa tutto il corpo.
  • Espira profondamente attraverso il naso fino a contrarre gli addominali.
  • L’inspirazione deve avvenire passivamente, lasciando che i muscoli addominali si rilassino.
  • Continua a respirare rapidamente in questo modo, per una decina di volte.
  • Quando avrai preso confidenza con la pratica potrai ripetere il ciclo per più volte.

Se hai qualche dubbio su come eseguirla correttamente, dai un’occhiata al video tutorial

Come prevenire il mal di schiena?

“Prevenire è meglio che curare”, recita il motto. Un’affermazione veritiera, a maggior ragione quando si parla di prevenire il mal di schiena, che può essere “anticipato” attraverso una serie di accorgimenti.

Qualche esempio? Svolgere attività fisica, evitare di essere in sovrappeso, sedersi in modo corretto sia quando si è a casa oppure fuori sia quando si guida, sollevare i pesi nel modo giusto. Stare attenti, insomma, a tutti quei movimenti che provocano eccessive curvature della schiena.