Il ministero della Salute ha pubblicato l’avviso di richiamo precauzionale di un lotto di pasta fresca in seguito a un controllo interno che ha rilevato la “possibile contaminazione da frammenti metallici”.

Il lotto con i frammenti metallici

Si tratta del lotto 004/22 dei STROZZAPRETI DEL FUMAIOLO, piccoli cordoncini di pasta diffusi in tutta Italia, venduto in pacchetto da 400 grammi che riporta la data di scadenza del 31/03/2023, precisa nella nota apparsa sul sito del dicastero in data 29 giugno 2022, anche se l’avvertenza da parte dello stabilimento è stata fatta qualche giorno fa, precisamente il 24 giugno.

La pasta richiamata è stata prodotta dall’azienda Fumaiolo SRL, in particolare l’errore è avvenuto nello stabilimento di via dei Laghi 32/b Alfero Verghereto (FC).

Cosa fare se si è acquistata la pasta richiamata

Se avete acquistato questo lotto di pasta, la raccomandazione delle autorità sanitarie è di non consumarlo. Non è possibile escludere pericoli per la salute qualora si ingoino tali pezzetti (pericolo di lesioni).

È invece opportuno riportarlo immediatamente al punto vendita: il personale del negozio provvederà alla sostituzione o al rimborso.