Un nuovo studio avverte che mangiare troppi insaccati può comportare seri rischi per la salute. Uno studio condotto nel Regno Unito conferma che il consumo di grandi quantità di insaccati contenenti nitriti può aumentare il rischio di sviluppare il cancro all’intestino.

Il legame tra il cancro e i nitriti contenuti nei wurstel e nei salumi è noto da anni, ma i ricercatori della Queen’s University di Belfast stanno alzando il tiro con nuove scoperte.

I risultati parlano chiaro

Nell’esperimento, i topi sono stati alimentati con carne di maiale lavorata contenente nitriti per 8 settimane.

I risultati hanno mostrato che i topi alimentati con cibi poco sani avevano il 53% di probabilità in più di ammalarsi rispetto a quelli che avevano mangiato pasti equilibrati, i risultati dello studio del professor Chris Elliott sono talmente allarmanti da indurlo a presentare una petizione al governo britannico per vietare i nitriti.

Alcune raccomandazione

Il National Health Service (NHS), il sistema sanitario nazionale del Regno Unito, raccomanda a coloro che sono soliti mangiare più di 90 grammi di carne rossa o lavorata al giorno – che è comunque considerata eccessiva dalla maggior parte dei nutrizionisti – di limitarsi a 70 grammi. Secondo l’NHS, questo piccolo cambiamento nella dieta può contribuire a ridurre le probabilità di sviluppare il cancro.