Un frutto prelibato, dolcissimo e ricco di fibre: la pera. Succosa e dalla consistenza soda e granulosa, possiede proprietà nutrizionali davvero importanti per l’organismo. Scopriamo in questo post proprietà e benefici della pera.

Tutti i nutrienti della pera

La pera è un frutto ricco di numerose sostanze: acqua, carboidrati, proteine, zuccheri, grassi, sodio, calcio, fosforo, magnesio, zinco e potassio, sostanza quest’ultima che ha effetti vasodilatatori. È un valido aiuto nella regolarizzazione della pressione arteriosa e riduce il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari. Abbassa i livelli di tensione, evitando la formazione di coaguli e aumentando, di contro, l’afflusso sanguigno a tutti gli organi, potenziandone l’efficienza.

Le sue numerose proprietà

Le sue proprietà medicinali sono note: il consumo regolare di questo frutto apporta numerosi benefici, fondamentali per la salute del corpo. Stimola la digestione e la salute intestinale. Essendo ricco di fibra favorisce il passaggio del cibo, regolarizza i movimenti intestinali, riducendo il fastidio della costipazione o della diarrea. Inoltre, stimolando la secrezione dei succhi gastrici, sollecita la regolare attività digestiva.

Tra le straordinarie proprietà della pera vi è anche la capacità di far cicatrizzare più velocemente le ferite, grazie alla sinterizzazione della vitamina C e all’elevata quantità di acido ascorbico.

La pera è ricca anche di ferro e di rame e questi minerali sono preziosi per quanti soffrono di anemia, per esempio, perché aiutano a combattere stanchezza e debolezza muscolare.

Cosa succede al corpo consumandola: i suoi benefici

Gli antiossidanti aiutano a contrastare gli effetti dei radicali liberi in grado di modificare il DNA di cellule sane, trasformandole in cellule cancerogene. Molto importanti a questo scopo sono la vitamina C, la vitamina A e i composti flavonoidi come il beta-carotene, la luteina e la zeaxantina che aiutano l’organismo a ripulirsi. Si riducono così gli effetti dell’invecchiamento della pelle, la perdita dei capelli, le rughe e le macchie.

Di tutti questi processi che stimolano anche la produzione e l’attività dei globuli bianchi del sangue, ne risente positivamente il sistema immunitario. I benefici della pera contro raffreddore e stati influenzali lievi sono forse sconosciuti, ma importanti.

Infine, la grande quantità di fibra contenuta nella pera provoca quella giusta sensazione di sazietà che ha un riverbero positivo su quanti seguono una dieta dimagrante, perché impedisce di mangiare in modo sregolato e aumentare di peso.

È ricca di sostanze “preventive”

Ricca di fruttosio, uno zucchero che ha un basso indice glicemico, la pera è molto digeribile ed è tra i primi cibi che vengono introdotti nello svezzamento, anche perché non provoca allergie; adatta anche ai diabetici, contiene poche calorie (appena 30-35 per 100 g) ma tanti sali minerali e preziosi flavonoidi come la quercetina, catechine, lignani e acidi idrossicinnamici. Questi ultimi, così come i flavonoidi, sono antiossidanti molto potenti, in grado di prevenire la degenerazione dei tessuti e la formazione di masse tumorali, oltre a contrastare le malattie del circolo e l’ictus.

Le pere, ootenti integratori di sali e vitamine

La pera contiene l’84% di acqua, vitamina A, vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B5 e B6), vitamine C, D, K e J e, tra i sali minerali, una sinergia ben bilanciata di potassio, sodio, fosforo, ferro, magnesio, fluoro e calcio. In particolare, grazie al cospicuo contenuto di potassio la pera è indicata per gli sportivi (previene i crampi muscolari) e per chi deve seguire un’alimentazione iposodica, come i soggetti ipertesi e chi soffre di calcoli e disturbi renali.

Inoltre, la pera consumata a digiuno è perfetta per reidratarsi durante le ultime settimane calde; soprattutto nella sua versione cotta, è anche blandamente lassativa e, grazie alle fibre solubili in essa contenute, favorisce il buon funzionamento intestinale e normalizza i livelli di colesterolo.