Sette lotti richiamati dal Ministero della Salute. Riguardano lo stoccafisso reidratato Antonio Verrini, ritirato dai supermercati per ragioni di sicurezza, in via precauzionale. La data del richiamo è del 23 maggio. Tre giorni prima erano stati richiamati due lotti di vongole veraci, sempre della stessa azienda.

i lotti richiamati

I lotti di stoccafisso reidratato richiamati dal ministero della Salute appartengono al marchio Antonio Verrini: in particolare il documento pubblicato su Salute.gov fa riferimento alla denominazione di vendita Stoccafisso bagnato. I lotti di produzione interessati sono i seguenti:

  • D1705221190
  • D1805221190
  • D1905221190
  • D2005221190
  • D2105221190
  • D2205221190
  • D2305222290

Le date di scadenza dei lotti richiamati

Le date di scadenza o di termine minimo di conservazione segnalate sono a partire dal 23 maggio e fino al 29 maggio, mentre tra le informazioni sul peso o volume delle unità di vendita riportano la dicitura “baffe a peso variabile”.

l nome del produttore dei lotti di stoccafisso ritirati è Antonio Verrini srl, mentre la sede dello stabilimento è quella in via Borgonzoli, a Genova.

Il marchio di identificazione è IT T4JTE CE.

I motivi del richiamo

Tra le motivazioni del richiamo indicate sul documento, il Ministero della Salute ha segnalato un rischio chimico legato al sospetto uso di additivi non autorizzati. Non è specificato quali siano.

Nel riquadro dedicato alle avvertenze, il Ministero della Salute non ha aggiunto nessuna informazione.

Comunque, in questi casi, solitamente l’indicazione è di non consumare i prodotti e di riportarli al punto vendita se sono già stati acquistati.