Martedì 24 gennaio una giovane donna di origine straniera è stata picchiata a sangue nei pressi di una panineria kebab nei pressi della metro Arco di Travertino della linea A a Roma.

La donna ha cercato la salvezza fuggendo fra i passanti, terrorizzata e sanguinante, e una volta soccorsa è stata trasportata in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni.

Le sue condizioni sono migliorate nelle ore successive al ricovero, ma le sue ferite sono ancora gravi.Secondo quanto riportato da ‘Il Messaggero’, quando sono arrivate le volanti della polizia, i passanti non sapevano nulla dell’accaduto.

Tuttavia, il cerchio sembra stringersi intorno al presunto responsabile: l’ex compagno della donna. Si valuta l’accusa di lesioni gravi o di tentato femminicidio: si attende l’esito della prognosi dei medici per confermare il capo d’accusa.

La giovane donna ha subito una brutale aggressione da parte del suo ex, un uomo di origine nordafricana. Le sue condizioni sono state stabilizzate al pronto soccorso, ma le sue ferite sono ancora gravi. La polizia sta lavorando per definire i contorni della vicenda e individuare il responsabile.