Foto di ashokorg0 da Pixabay

piedi secchi sono una condizione molto diffusa sia nelle donne che negli uomini. Oltre ad avere ripercussioni negative a livello estetico, se trascurata questa problematica può causare dolore e portare al manifestarsi di complicazioni.

Avere cura dei piedi è quindi importante per prevenire la comparsa dei sintomi caratteristici dei piedi secchi: pelle tesa, talloni screpolati, ispessimento della cute, calli e ragadi, ossia tagli dolorosi che possono provocare sanguinamento.

Cosa si può fare, allora, per mantenere i propri piedi morbidi, sani e belli? Scopriamo insieme le cause di questo problema, i metodi per prevenirlo e i rimedi per talloni screpolati e piedi secchi.

Qualora questa problematica fosse già presente, si possono adottare alcuni rimedi per piedi secchi e screpolati che costituiscono una routine di cura da praticare anche più volte a settimana, diminuendo la frequenza mano a mano che la situazione ha un miglioramento.

Talloni screpolati: rimedi naturali

Foto di Em_____ da Pixabay

Ma se siete abituati ad avere spesso la pelle secca in prossimità dei vostri talloni, potete provare questo rimedio. Tutto quello che vi serve è del latte e del bicarbonato di sodio. In particolare, 3 tazze di latte e 3 cucchiai di bicarbonato.

Il procedimento è molto semplice: scaldate un po’ il latte, non troppo perchè deve andare a contatto con i vostri piedi, poi versatelo in un contenitore che possa accogliere anche i vostri piedi. Fate dei piccoli massaggi per qualche minuto prima di usare il bicarbonato per trattare direttamente la parte ruvida e screpolata. Rimanete ancora un po’ nel latte e poi sciacquate tutto con acqua tiepida. Per finire il consiglio è quello di applicare comunque una crema idratante.

Farlo due volte a settimana vi permetterà di cullarvi in questo benessere e di avere dei piedi dalla pelle morbida, idratata, senza crepe e senza nessuna zona più spessa, gialla, più ruvida o dura. Si tratta di prodotti del tutto innocui, quindi una prova non farà male. Certo, mai esagerare.

Il trattamento per riconquistare una pelle dei piedi liscia e morbida prevede più fasi:

Pediluvio piedi secchi: il primo step consiste nell’ammorbidire la cute secca e screpolata immergendo i piedi in acqua calda e tenendoli a bagno per venti minuti. Per potenziare l’azione del pediluvio si può aggiungere all’acqua del sale grosso, un sapone per il corpo delicato o qualche goccia di olio essenziale di menta o eucalipto.

Esfoliazione: dopo il pediluvio si procede alla rimozione della pelle indurita strofinando la cute con una pietra pomice o con un’apposita lima abrasiva per i piedi. Una volta terminata questa fase occorre sciacquare i piedi eliminando i residui di cute rimossa.

Maschera piedi: dopo aver asciugato la pelle si può applicare una maschera idratante con un prodotto cosmetico specifico oppure – per chi preferisce un rimedio naturale – si può effettuare un impacco con della polpa di banana molto matura e precedentemente schiacciata. L’impacco dev’essere lasciato in posa per circa 10 minuti.

Idratazione: dopo aver tolto la maschera e lavato i piedi, si può garantire un’idratazione duratura alla cute applicando una crema per piedi secchi.

Soia e mandorle per i piedi secchi: Per rendere più agevole il massaggio e far scorrere meglio le dita delle mani sui piedi, prepara un balsamo naturale a base di lecitina di soia e olio di mandorle. Sciogli 20 g di lecitina di soia in mezzo litro d’acqua distillata e unisci l’olio di mandorle, precedentemente scaldato a bagnomaria. Conserva in un barattolo di vetro e, prima dell’uso, riponi in frigorifero per un paio di settimane.