Tra tutte le virtù dell’accoppiata di piperina e curcuma, l’aspetto che desta maggior interesse è la capacità di stimolare la perdita di peso, attaccando i depositi di grasso e accelerando il metabolismo.

Piperina e curcuma sono due termini che ricorrono spesso quando si parla di dieta e dei modi per perdere peso. Le proprietà benefiche di questi due principi attivi, però, non si esauriscono solo nella loro azione dimagrante, ma contribuiscono alla salute e al benessere dell’intero organismo.

Ma quindi piperina e curcuma funzionano davvero? È quello che scopriremo in questo articolo, ma non solo. Vedremo anche quando assumere piperina e curcuma, se ci sono controindicazioni nel farlo e i migliori integratori in commercio.

A cosa servono piperina e curcuma?

La piperina è un principio attivo contenuto nella parte esterna dei grani di pepe nero (piper nigrum). È spesso incolore ma può anche tendere al giallo ed è la responsabile del sapore pungente di questa spezia. Diversi studi scientifici effettuati sulla peperina ne hanno evidenziato le sue proprietà:

  1. Stimola la termogesi fisiologica, ovvero accelera il metabolismo;
  2. Aiuta la digestione aumentando la produzione di succhi gastrici;
  3. Migliora l’assorbimento intestinale di alcuni nutrienti;
  4. È un ottimo antiossidante naturale;
  5. Stimola la produzione dei melanociti, ed è quindi un’alleata contro la vitiligine.

La curcuma è una spezia di origini asiatiche dal colore giallo intenso, simile allo zafferano. Le sue proprietà benefiche sono dovute alla curcumina, il suo principio attivo estratto dal rizoma, la parte della pianta che si trova sotto terra. Ne esistono diverse varietà, ma la più diffusa è la Curcuma Longa, conosciuta anche come Curcuma Domestica. Anche la curcuma, come la piperina, ha diverse proprietà:

  • È un antinfiammatorio naturale;
  • È un potente antiossidante;
  • Aiuta la digestione;
  • Depura l’organismo;
  • Aiuta a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo “cattivo” (LDL);
  • Agisce positivamente sul microcircolo;
  • Ha un’azione drenante che aiuta a combattere la cellulite e la ritenzione idrica;
  • Migliora la resistenza all’insulina aiutando nella lotta contro il diabete di tipo 2;
  • È un immunostimolante;
  • Svolge un’azione antitumorale secondo recenti studi.

Proprio per queste numerose proprietà curcuma e piperina sono dei validi alleati per il benessere del nostro organismo, ma fanno anche dimagrire? E perchè assumerle insieme? Continua a leggere il prossimo paragrafo.

Assumere piperina e curcuma funziona per dimagrire

Dieta sana e bilanciata e costante attività fisica, anche leggera, sono dei cardini imprescindibili per ritrovare il peso forma. Ma piperina e curcuma possono essere un valido aiuto non solo per dimagrire ma anche per aumentare il tuo benessere. La piperina, infatti, aiuta l’assorbimento della curcumina fino al 2000%, aumentando i benefici per il nostro corpo.

Se la prima accelera il metabolismo basale, cioè il consumo di calorie a riposo e aiuta a bruciare i grassi, la seconda combatte la ritenzione idrica permettendo all’ago della bilancia di scendere più velocemente. Piperina e curcuma, inoltre:

  1. Aiutano l’apparato digerente, soprattutto fegato, pancreas e intestino, a funzionare correttamente, permettendo all’organismo di eliminare le tossine;
  2. Tenendo stabili i livelli glicemici nel sangue, questi due principi attivi sono anche degli alleati contro la fame nervosa, nemico giurato delle diete ipocaloriche;
  3. L’azione antiossidante di piperina e curcuma protegge il tuo organismo contro l’invecchiamento.

Da un lato, infatti, ostacola il naturale rallentamento del metabolismo con l’avanzare degli anni, dall’altro aiuta ad avere capelli più forti e pelle più lucente. Ecco spiegato perchè aiutano non solo a perdere peso, ma anche a migliorare lo stato di salute generale del tuo organismo.

Piperina e curcuma: come e quando assumerla

Piperina e curcuma in farmacia e in erboristeria si trovano sia sotto forma di integratori in capsule che in polvere. Ovviamente questi due principi attivi possono essere assunti anche nelle pietanze quotidiane, ad esempio con una bella spolverata di pepe o una ricetta al curry (che contiene entrambe le spezie). Tuttavia è preferibile ricorrere alla versione in pillole per essere certi di prenderle nei giusti dosaggi.

Piperina e curcuma, quando assumerla? Prima o dopo i pasti? È preferibile assumerle tra i 30 e i 15 minuti prima dei pasti come valido aiuto a mangiare meno, ma va bene anche durante i pasti principali. É meglio evitare, invece, di prenderle la sera, perchè, essendo energizzanti e stimolanti, potrebbero interferire col sonno. L’abbinamento di piperina e curcuma funziona davvero, ma ha anche controindicazioni, è infatti sconsigliato nei seguenti casi:

  • Gravidanza;
  • Allattamento;
  • Calcoli alla colecisti;
  • Patologie delle vie biliari e epatiche;
  • Terapia anticoagulante in corso.

In questi casi si consiglia di rivolgersi al proprio medico curante prima di assumere questi integratori.

Integratori di piperina e curcuma in farmacia

Piperina e curcuma si trovano in erboristeria e in farmacia soprattutto sotto forma di integratori. Questi prodotti, oltre a contenere la dose corretta dei due principi attivi, a volte abbinano altre sostanze per potenziarne gli effetti e/o svolgere anche altre funzioni benefiche per il corpo. Si può trovare, ad esempio, peperina e curcuma associate a:

  1. Vitamina C per potenziare il sistema immunitario;
  2. Vitamina E per rafforzare l’azione antiossidante delle altre due.

Piperina e Curcuma: Controindicazioni

Piperina e curcuma funzionano davvero, ma presentano alcune controindicazioni.Non vanno assunte se si hanno problemi alle vie biliari ed epatiche, se si soffre di ulcere, gastriti, morbo di Crohn ed emorroidi e in caso di assunzione di terapia anticoagulante in quanto possono aumentare il rischio di sanguinamento.

Rimanendo in tema di interazioni farmacologiche, la piperina aumenta la concentrazione nel sangue della fenitoina, della teofillina e del propranololo.

L’assunzione di piperina e curcuma non è consigliata durante la gravidanza a causa della sua capacità di indurre la contrazione uterina. In via precauzionale, è bene evitarla anche in caso di allattamento al seno.

Le compresse di piperina e curcuma sono ovviamente controindicate in caso di ipersensibilità presunta o accertata verso le sostanze che contengono.