Mele, bacche, agrumi e broccoli sono tutte fonti ricche di antiossidanti. Così come il tè e il caffè al cacao.

Sono tutti alimenti ricchi di polifenoli, che aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e a prevenire alcune malattie. Scopriamo di più su questi composti salutari!

Che cosa sono i polifenoli e come si classificano

I polifenoli sono composti organici prodotti dalle piante nell’ambito dei loro processi metabolici. I polifenoli conferiscono agli alimenti astringenza, odore, stabilità ossidativa e sapore. Inoltre, conferiscono il colore degli alimenti.

Quali sono gli alimenti che contengono polifenoli

I polifenoli si trovano in un’ampia varietà di frutta e verdura, oltre che in alimenti a base di semi come i cereali integrali.

È più probabile che i composti si trovino nella buccia, nella polpa e nella parte esterna di frutta e verdura piuttosto che nella polpa o nelle radici.

II polifenoli si trovano negli ortaggi di colore verde e a foglia pronunciata e nei frutti come le fragole che hanno una tonalità rossa. Il tè verde è un’ottima fonte di polifenoli grazie ai molteplici composti fenolici che contiene in un unico alimento.

Mangiando una varietà di frutta e verdura colorata durante tutto l’anno si ottiene una grande quantità di polifenoli, associati alla salute.

Perciò, per massimizzare il valore nutrizionale degli alimenti, quando è possibile è meglio acquistare prodotti non trattati e mangiare tutte le parti della frutta o della verdura. Per esempio, quando si cucinano verdure come i broccoli o gli spinaci – che contengono molti importanti antiossidanti chiamati polifenoli – è possibile aumentarne la disponibilità cuocendoli brevemente al vapore anziché bollirli in acqua.

Se volete sapere se una verdura è cotta a sufficienza, guardate il suo colore. Quando è brillante e vivace, significa che è stata cotta correttamente e che non avrà un sapore amaro o croccante se mangiata cruda.

Le verdure crocifere, come le carote e le verdure a foglia verde, sono esempi di alimenti che possiedono questa qualità.

Tutti i tipi di tè devono essere messi in infusione per almeno 7 minuti per rilasciare i tannini.

Infine, i frutti di bosco e l’uva vengono spesso spruzzati con sostanze che ne migliorano l’aspetto o ne facilitano la raccolta. È quindi meglio sciacquare bene questi frutti prima di mangiarli interi.

 Effetti benefici dei polifenoli

Nel campo della nutrizione, gli esperti prestano sempre più attenzione ai polifenoli, in particolare per le loro proprietà antiossidanti.

I polifenoli presenti negli alimenti possono modificare la composizione della microflora intestinale, cambiando il modo di digerire gli alimenti e rendendo alcuni nutrienti più o meno disponibili.


Il consumo di una dieta ricca di polifenoli vegetali aiuta a proteggere da numerose malattie, tra cui:

  • effetto protettivo sul cuore;
  • azione antitumorale;
  • azione antidiabetica;
  • azione anti-invecchiamento;
  • protezione contro asma e infezioni;
  • azione protettiva contro l’osteoporosi e le malattie neurodegenerative.

Seguire le stagioni e scegliere frutta e verdura colorata permette di fare il pieno di polifenoli. Pertanto, è molto importante acquistare prodotti non trasformati quando possibile e consumare anche le bucce.