A Rieti un poliziotto è intervenuto contro un 25enne, ma durante le procedure di arresto è ricorso al manganello. Il suo intervento è stato filmato da alcuni passanti e ora, come emerge da una nota della Questura, contro l’agente è stata aperta un’inchiesta disciplinare.

L’episodio ha avuto luogo nella sera di venerdì 25 novembre al centro storico di Rieti.

Il poliziotto della Squadra volante è intervenuto su segnalazione di alcuni residenti per fermare un giovane, un 25enne di origine romena, che stava danneggiando le auto in sosta.

L’uomo si trovava in stato di alterazione e vagava a torso nudo. Mentre l’agente procedeva all’arresto, tuttavia, alcuni passanti lo hanno immortalato mentre prendeva a manganellate il giovane.

La nota della Questura

Una nota della Questura riportata dai quotidiani nazionali comunica che contro il poliziotto è stata aperta un’inchiesta disciplinare.

La nota:

“Sebbene sia evidente che il soggetto è in stato di forte alterazione, uno degli operanti utilizza lo sfollagente in dotazione; per tale comportamento è già stata avviata un’inchiesta disciplinare a suo carico ed è stata informata l’autorità giudiziaria“.

L’arresto del 25enne: cos’è successo

Ancora, la Questura fa sapere che il 25enne romeno è stato arrestato “per i reati di danneggiamento aggravato, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso al sua abitazione”.

La vicenda è ricostruita dalla testata locale ‘RietiLife’, che riporta che il 25enne ha cominciato a seminare il panico nei pressi di un bar in prossimità della stazione ferroviaria.

Nei primi momenti, il ragazzo avrebbe danneggiato le auto parcheggiate e molestato una donna che avrebbe trovato rifugio all’interno della sua auto. Con l’arrivo degli agenti, il 25enne si è spostato verso piazza Oberdan dove ha iniziato a denudarsi. Nell’atto, però, il ragazzo è caduto a terra e in quel momento è stato raggiunto dagli agenti.