Pressione bassa e caldo, ecco i rimedi per farla alzare

Arriva l’estate, con l’innalzamento della temperatura e del tasso di umidità. È proprio durante questo periodo che aumentano le probabilità di soffrire d’ipotensione, ossia improvvisi cali della pressione.

La pressione sanguigna è un valore che indica la pressione che il sangue esercita sulla parete delle arterie, ed è un parametro importante per valutare lo stato di salute generale di una persona. La pressione sanguigna varia da individuo a individuo, ed è influenzata dall’età, dal sesso, dalle azioni che una persona compie, ma anche dallo stato emotivo e anche dalla temperatura esterna.

Infatti, nel periodo estivo, con il grande caldo, il valore della pressione può diminuire notevolmente causando anche svenimenti. In linea generale è considerata normale una situazione in cui i valori della pressione sistolica non superano i 130 mmHg e quelli della pressione diastolica gli 85 mmHg.

Cos’è l’ipotensione e quali sono i rimedi utili

Quando i valori di pressione sono al di sotto di quelli fisiologici siamo di fronte a casi di pressione bassa. In particolare, l’ipotensione si verifica quando questi valori sono uguali o inferiori a 90 mmHg per la “massima” e uguali o inferiori a 60 mmHg per la “minima”.

Se i valori di pressione si discostano di poco da quelli fisiologici i sintomi più comuni sono di lieve entità come affaticamento e lievi giramenti di testa. Quando invece si verifica un calo di pressione brusco subentrano sintomi più intensi come: appannamento della vistastato confusionalevertiginisvenimentostordimentonausea o vomito.

Quando avviene questo abbassamento repentino della pressione, il primo consiglio utile – come si può leggere in un articolo di Daniele Banfi della Fondazione Umberto Veronesi – è quello di stendersi a terra e sollevare le gambe. Inoltre, il rimedio principale è la reintegrazione dei liquidi, quindi bere tanta acqua, mentre sono da evitare assolutamente gli alcolici, che causano vasodilatazione e aumentano la disidratazione.

Infine, se si soffre particolarmente il caldo, è buona norma fare maggiore attenzione alla dieta, durante il periodo estivo, evitando pasti troppo abbondanti e ricchi in carboidrati. Inoltre, è meglio anche indossare vestiti leggeri e non esporsi al sole o uscire di casa nelle ore più calde della giornata per non rischiare colpi di calore.

Insomma, delle piccole accortezze che ci possono aiutare a superare il grande caldo e ci permettono di goderci l’estate a tutto tondo, magari in spiaggia con una bella spremuta fresca in mano.