Una pianta aromatica vero toccasana: una sola tazza di prezzemolo contiene le stesse quantità di sostanze nutritive presenti in 10 porzioni di lattuga; un pieno di vitamina A, C, K, folati, ferro, antiossidanti ed altri fitonutrienti. Una ricerca del 2013, pubblicata sul “Journal of Traditional Chinese Medicine”, valutandone i composti fitochimici e le attività biologiche e farmacologiche, ha determinato che può essere considerato al pari di una pianta medicinale; si è rivelato, infatti, antiossidante, antidiabetico, antinfiammatorio, antibatterico ed antifungino, valido aiuto nella depurazione dell’organismo, alleato del sistema immunitario e dello stomaco, diuretico ed antitumorale.

Suo punto di forza è l’essere disponibile tutto l’anno, a differenza di altri ortaggi stagionali. Un consiglio: provatelo, rigorosamente crudo, sotto forma di succo; una bevanda verde che, oltre a tenere a bada i radicali liberi ed a ridurre il rischio di malattie cardiache, se massaggiata sul cuoio capelluto, è anche ottimo rimedio naturale per stimolare la crescita dei capelli! Come sempre, però, prima di apportare modifiche al vostro stile di vita, vi invitiamo a chiedere un parere al medico curante.

Proprietà terapeutiche del prezzemolo

Del prezzemolo si usa tutto. Foglie e gambo vanno consumati freschi. Radice e semi, raccolti in autunno, vanno prima essiccati. Le foglie fresche si usano tritate per insaporire i cibi. Con tutte le parti del prezzemolo, invece, si possono preparare decotti o infusi esclusivamente a scopo terapeutico. Gli antiossidanti contenuti nel prezzemolo sono in grado di contrastare gli effetti dei radicali liberi, prevenendo così l’invecchiamento cellulare. Ecco perché il betacarotene, soprattutto, fa bene alla pelle. Sempre gli antiossidanti, insieme alla miristicina contenuta nell’olio essenziale del prezzemolo, neutralizzano agenti considerati cancerogeni, per cui possono prevenire alcune forme di tumore.

Oltre a svolgere un’attività anti-infiammatoria, utile anche in caso artrite. Grazie all’elevato contenuto di antiossidanti, minerali e vitamine (soprattutto la C), poi, il prezzemolo è ottimo anche per rinforzare le difese immunitarie, rendendo l’organismo più reattivo nei confronti degli agenti patogeni. La presenza di clorofilla riduce lo sviluppo di batteri, conferendo al prezzemolo proprietà anti-batteriche. Il buon contenuto di minerali, soprattutto il calcio, è utile per mantenere in salute ossa, denti e unghie. Il prezzemolo è utile anche a livello del sistema nervoso, grazie soprattutto alla presenza di vitamina K che protegge i neuroni.

Altri principi benefici del prezzemolo

Il prezzemolo è un buon diuretico, grazie soprattutto alla presenza del potassio che, insieme all’aposide contenuto nell’olio essenziale, stimola i reni e la vescica a funzionare bene. Allo stesso modo, è utile per combattere la ritenzione idrica e quindi a ridurre la cellulite. Oltre che a depurare il fegato, se assunto come infuso. Sempre il potassio contenuto nel prezzemolo aiuta a regolare la pressione sanguigna, contro l’ipertensione. Ancora a livello del sistema circolatorio, il prezzemolo, grazie al suo contenuto di vitamina C aiuta a fluidificare il sangue e a proteggere il sistema cardio-circolatorio. La vitamina C, inoltre, è utile anche in caso di anemia e stanchezza cronica, dato che favorisce l’assorbimento del ferro (anche se quello contenuto nel prezzemolo è relativamente poco). L’eugenolo contenuto nell’olio essenziale, invece, sembra che abbassi i livelli della glicemia, soprattutto in caso di diabete di tipo II. Sempre l’eugenolo è responsabile delle proprietà anestetiche e antisettiche del prezzemolo, utile soprattutto per curare il mal di denti. Proprio l’eugenolo si trova nella composizione di molti dentifrici. Il prezzemolo, inoltre, ha proprietà anti-spasmodiche.

Ecco che può essere un buon rimedio nella cura della dismenorrea, alleviandone i sintomi e i dolori tipici del ciclo. Poiché agisce sulla muscolatura liscia, ma di contro è sconsigliato esagerare con il consumo di prezzemolo in caso di gravidanza (né tantomeno l’assunzione di preparati a base di prezzemolo), dato che favorisce le contrazioni uterine e potrebbe provocare l’aborto. Il buon contenuto in fibre dona al prezzemolo buone proprietà lassative, oltre ad avere un buon potere digestivo, poiché stimola i succhi gastrici e riduce i gas intestinali, se consumato crudo. Masticare le foglie e il gambo di prezzemolo fresco, poi, contrasta l’alitosi, soprattutto dopo aver mangiato cibi con aglio e cipolla.

Eliminare le macchie della pelle con il prezzemolo

Il prezzemolo stimola la produzione del collagene e svolge un’azione nutriente e cicatrizzante sulla pelle, per questo può essere utilizzato per attenuare arrossamenti ed eliminare le macchie della pelle. Usate le foglie per creare una maschera aggiungendo limone e olio d’oliva: il risultato è assicurato. Il prezzemolo illumina la pelle, agendo anche come tonico naturale e prevenendo e combattendo i punti neri. Riduce inoltre l’acne e grazie alle proprietà decongestionanti è indicato contro le irritazioni e le infiammazioni.

Il prezzemolo non presenta particolari controindicazioni, se non quelle già citate, riguardanti la gravidanza, da evitare anche durante l’allattamento. Attenzione a non esagerare anche in presenza di calcoli renali per la concentrazione di ossalati. Se da un lato è benefico per le sue proprietà diuretiche, dall’altro potrebbe provocare depositi. In ogni caso, soprattutto se si tratta di estratti fitoterapici, rivolgersi al medico di fiducia.

Suo punto di forza è l’essere disponibile tutto l’anno, a differenza di altri ortaggi stagionali. Un consiglio: provatelo, rigorosamente crudo, sotto forma di succo; una bevanda verde che, oltre a tenere a bada i radicali liberi ed a ridurre il rischio di malattie cardiache, se massaggiata sul cuoio capelluto, è anche ottimo rimedio naturale per stimolare la crescita dei capelli! Come sempre, però, prima di apportare modifiche al vostro stile di vita, vi invitiamo a chiedere un parere al medico curante.

Leggi anche: