Il cuore è il motore del nostro corpo. Da sempre questo organo ha avuto un ruolo molto importante nelle relazioni, perché lo riteniamo protagonista delle nostre emozioni. Ebbene, come quando ci si innamora il cuore sobbalza così capita anche in una relazione infelice, con l’aggravante che questa condizione, però, potrebbe aumentare il rischio d’infarto. Le preoccupazioni legate alla coppia, infatti, contribuiscono in maniera radicata allo stile di vita. A stabilirlo uno studio americano che ha approfondito l’argomento e ha portato alla luce questa scoperta incredibile.

Quando il rischio di infarto nella coppia aumenta: il nuovo studio

Lo studio, portato avanti dall’Università di Yale ha lo scopo di capire se vivere in una relazione di coppia a lungo termine sia un elemento d’aiuto o d’ostacolo dopo un infarto. I ricercatori hanno esaminato le cartelle cliniche di oltre 1.500 pazienti di mezz’età e un’anno dopo li hanno confrontati con i dati di un questionario che testava la loro felicità nel rapporto di coppia.

I problemi di coppia incidono sulla salute del cuore

Dallo studio incrociato di questi dati è emerso che circa il 50% delle coppie infelici ha più probabilità di tornare in ospedale dopo un infarto. E che il 67% ha più probabilità di provare dolore al petto (da stress) nell’anno successivo all’infarto, rispetto a coloro che non hanno dello stress matrimoniale.

“I nostri risultati supportano che lo stress sperimentato nella vita quotidiana, come lo stress coniugale, può avere un impatto sul recupero dei giovani adulti dopo un infarto“, ha affermato Cenjing Zhu, autore principale dello studio

Di conseguenza è sempre bene affrontare e appianare l’infelicità del rapporto non solo dal punto di vista sociale ma anche e soprattutto da quello medico. Perché la salute psico-fisica di un individuo è fondamentale per vivere bene.