Quando finirà il Covid? Questa è la domanda che in molti si pongono, mentre in Italia la pandemia ha ripreso a correre velocemente. A dare una possibile risposta ci ha pensato Ilaria Capua che, intervistata da Repubblica, ha lanciato una profezia per nulla gradevole. Il ciclo, secondo la studiosa, potrebbe durare centinaia se non migliaia di anni.

L’annuncio di Ilaria Capua sul Covid

Ilaria Capua, prima di rispondere alla domanda “quando finirà il Covid” ha lanciato dapprima un messaggio di speranza: “Senza i vaccini, ci sarebbero molti Paesi al tracollo con più malati gravi e morti. Si rischierebbe il collasso. Omicron non è una sorpresa”.

“Che il vaccino non prevenga l’infezione lo sappiamo da sempre. Però evita la malattia più grave, che è quanto vogliamo”, ha poi dichiarato.

“Non bisogna mai perdere di vista il vero punto di rottura, cioè il sovraccarico degli ospedali. Se non avessimo il vaccino, e le persone si comportassero da negazionisti, avremmo i morti per strada, come in Ecuador, Perù, Brasile”, ha aggiunto la studiosa.

Ilaria Capua, le differenze tra variante Delta e Omicron

Ilaria Capua ha invitato a non abbassare la guardia e ha annunciato che arriveranno anche altre varianti: “L’unica cosa che possiamo fare è innalzare il muro di protezione con il vaccino e avere comportamenti prudenti e saggi”.

Fino all’arrivo di Omicron, ha ricordato, “le due dosi erano sufficienti. Oggi, di fronte ad una variante ‘cambiata’ sarebbe irreale pensare che la tenuta del vaccino sia identica. Diciamo che rispetto al virus originale, Delta aveva i baffi finti ma Omicron ha baffi, barba e occhiali da sole. Il sistema immunitario può faticare a riconoscerla. Ma per fortuna col richiamo si arresta la corsa”.

Quando sparirà il Covid, Capua: “Fra centinaia o migliaia di anni”

Parlando del futuro del coronavirus, rispondendo alla domanda quando finirà il Covid, Ilaria Capua ha poi lanciato la sua profezia: “Il Covid non andrà via. Mi dispiace dirvelo, ma questi sono macrocicli di centinaia o migliaia di anni, si endemizzerà”.

“I virus emergenti – ha argomentato Ilaria Capua – fanno così: passano da una specie animale a un’altra, e quando hanno raggiunto un numero di infezioni sufficiente per l’endemizzazione non li fermi più. Come il morbillo, che sta con noi da oltre duemila anni”.

“Viviamo un fenomeno noto – ha aggiunto -. Il Covid è solo l’ultimo di una serie di virus che passano dall’animale all’uomo. Come l’Hiv. È scomparso? No, ci conviviamo e convivremo, forse per millenni. Siamo solo all’inizio, ma metteremo anche il Covid nel suo recinto e ci farà meno paura perché farà meno danni”, ha concluso Ilaria Capua.