Non rifare il letto al mattino potrebbe far storcere il naso a chi preferisce avere una casa ordinata e ben curata. Tuttavia, secondo quanto dichiarato da molti esperti, lasciare il letto disfatto non dovrebbe essere considerato sinonimo di pigrizia e noncuranza bensì di buona salute.

Lasciare il letto scoperto infatti riduce e limita la proliferazione degli acari della polvere, riducendo il rischio di allergie e/o asma.

Gli acari della polvere, infatti, trovano l’ambiente ideale nel letto grazie alla sua umidità e rifarlo appena svegli la mattina rischia di intrappolare i parassiti favorendone la riproduzione.

Questi, inoltre, si cibano delle cellule epiteliali morte e quindi tra lenzuola e cuscini hanno di che banchettare. Lasciare, invece, i materassi all’aria e le lenzuola sfatte permette alla luce di raggiungere ogni angolo della stanza, contribuendo in tal modo alla morte degli stessi acari.

Questo, a maggior ragione, diventa fondamentale nel caso di allergie che possono causare disturbi anche gravi nei soggetti che ne soffrono. I dati che arrivano da un altro contributo social parlano addirittura di 1,5 milioni di acari che possono abitare il nostro letto.

Su questi parassiti, invece, luce e aria fresca producono un effetto disidratante che li porta alla morte. E per sterminarli in maniera ancora più efficace, si consiglia anche di capovolgere i materassi con una certa regolarità.