Il problema dei liquidi in eccesso, comunemente chiamato ritenzione idrica, non è altro che l’accumulo e il ristagno di liquidi negli spazi tra una cellula e l’altra del nostro corpo.

Le cause possono essere dovute alla presenza di alcune patologie (malattie epatiche, insufficienza renale, ipertensione) ma anche alla gravidanza, alla menopausa, ad uno stile di vita sedentario e un’alimentazione non corretta.

I sintomi si manifestano con gonfiore di gambe, cosce e glutei, cellulite e inestetismi della pelle. Anche il gonfiore addominale, spesso considerato come grasso, può essere dovuto ai troppi liquidi in eccesso.

Se hai riscontrato questa problematica, non ti allarmare. Per combattere la ritenzione idrica basta correggere alcune abitudini ed avere un approccio più sano e attento. Ecco alcuni preziosi consigli per drenare i liquidi in eccesso e vedere risultati in poco tempo.

1)Bevi più acqua

Può sembrare una contraddizione, ma non lo è. Bere molta acqua (almeno due litri al giorno) garantisce all’organismo una giusta idratazione e aiuta il corpo a eliminare i liquidi in eccesso.

Il consiglio è quello di bere lentamente e principalmente lontano dai pasti: così facendo favorire la digestione evitando il classico rigonfiamento addominale di quando si beve troppo velocemente.

2) Riduci il consumo di sale

Il sodio porta il corpo ad accumulare acqua e di conseguenza a gonfiarsi. In un corretto regime alimentare, il quantitativo di sale non dovrebbe mai superare i 2 grammi al giorno.

Se nella tua dieta sono presenti solo piatti abbastanza saporiti, puoi sostituire il sale con alcune spezie.

3) Fai attività fisica

Il movimento e l’attività fisica contribuiscono al benessere generale dell’organismo e sono particolarmente consigliati se devi risolvere il problema dei liquidi in eccesso. In quest caso si consiglia soprattutto l’attività di tipo aerobico, che agevola la sudorazione l’espulsione di fluidi e tossine in eccesso.

Gli sport in acqua sono i migliori (nuoto, acquagym), un vero toccasana per drenare e scolpire gambe, cosce e glutei. Corsa, spinning e camminate a passo sostenuto rappresentano valide alternative, in quanto tonificano e potenziano i muscoli i muscoli delle gambe.

4) Segui una dieta equilibrata

Questo consiglio era proprio inevitabile. Prendilo come regola base per ogni problema di salute, indicatissimo anche se devi espellere i liquidi in eccesso.

Aumenta dunque il consumo di frutta, verdura e di tutti quei cibi con proprietà drenanti come pomodori, asparagi, ananas, carciofi, fragole, ciliegie, pesche, albicocche, ma anche frutta secca, legumi, quinoa, spinaci e banane.

5) Consuma integratori drenanti

Per eliminare i liquidi in eccesso puoi anche ricorrere al consumo di integratori drenanti. Possono essere liquidi o sotto forma di compresse da masticare a base di erbe o estratti vegetali, stimolano la diuresi e a scaricare le tossine in eccesso.

Rimedi fitoterapici drenanti naturali, quali sono?

Grazie alla nostra esperienza nel settore dello sviluppo degli integratori alimentari fitoterapici e nutraceutici, siamo in grado di suggerire alcuni tra i più potenti composti offerti dal regno vegetale, vediamoli:

1) TARASSACO (Taraxacum officinale), il depurativo per “eccellenza” in quanto molto potente nell’attivare gli organi emuntori (vie biliari, cute, fegato e reni) che nel nostro corpo hanno il compito di trasformare le tossine nella forma più consona alla loro eliminazione (feci, urine e sudore);

2) Te’ Verde (Camelia Sinensis), ricco in polifenoli antiossidanti e ottimo per la sua azione detossinante favorente la diuresi; agisce attivando il drenaggio dei liquidi ed è indicato nei casi di ritenzione idrica, cellulite e cistite. Secondo uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinic Nutrition, il consumo giornaliero di te verde sembrerebbe inoltre essere utile per rinforzare le ossa delle donne in menopausa.

3) ANANAS (Ananas Sativus), aiuta a depurare e disintossicare l’organismo tramite una migliore digestione facilitata dalla bromelina, enzima che consente la scissione delle proteine alimentari. Le sue proprietà diuretiche ne consigliano l’uso anche per combattere la cellulite, poichè, oltre ad espletare azione drenante, determina il riassorbimento del gonfiore.

4) ASPARAGO (Asparagus Officinalis L.), così come l’avocado, i cavolini di Bruxelles ed i cavoli, è ricco di glutatione, il più potente antiossidante di cui il nostro corpo dispone fondamentale per favorire la salute del fegato (per approfondire leggi le proprietà del cardo mariano) e i processi depurativi ad esso connessi. Nel nostro organismo migliora sensibilmente la capacità d’eliminazione delle sostanze dannose e cancerogene.

5) BARDANA (Arctium Iappa), da sempre utilizzata in fitoterapia per la sua attività depurativa (stimola la funzionalità biliare ed epatica), agisce attraverso l’elevata presenza d’inulina, fibra alimentare dalla forte attività drenante e purificante del sangue che consente l’espulsione delle tossine prodotte nei vari processi metabolici dell’organismo.

6) GRAMIGNA (Agropyrum Repens), pianta ricca di principi attivi e sali minerali dalle notevoli proprietà depurative, antinfiammatorie, diuretiche ed emollienti; agisce da vero e proprio “spazzino” del nostro corpo aiutandoci ad eliminare l’acido urico nonchè a disinfettare le vie urinarie e a depurare sangue e fegato.

Questi sono solo alcuni degli estratti vegetali più forti disponibili in commercio, poichè la vastità offerta dal regno vegetale rende praticamente impossibile elencarli tutti e descriverli in tal contest