Il rododendro, insieme all’azalea, incarna il rappresentante per eccellenza delle piante appartenenti al genere Rhododendron: stiamo parlando di piccoli arbusti della famiglia delle Ericacee, tipici di America ed Europa. Spesse volte, i rododendri sono confusi per azalee: è doveroso porre chiarezza in merito. Entrambe le piante sono membri della medesima famiglia e dello stesso genere, ma i rododendri presentano dimensioni più imponenti, mole più importante e foglie persistenti (le foglie delle azalee sono caduche).

Il rododendro non è solo bello, ha poteri curativi. Le proprietà medicinali del rododendro sono note da molto tempo.

Grazie alla sua composizione chimica, il rododendro guarisce il corpo in un modo unico, cura varie malattie, anche quelle contro le quali i farmaci sono impotenti.

Vitamina C

C’è più vitamina C nelle foglie e nei gambi di un arbusto che negli agrumi.

La medicina del rododendro aiuta:

  • purificare il corpo dalle tossine, composti di metalli pesanti;
  • ripristinare la vitalità;
  • regolare il metabolismo;
  • accelerare la riparazione dei tessuti;
  • aumentare la resistenza del corpo alle malattie;
  • rafforzare le pareti dei vasi sanguigni.

Rutina

Il flavonoide si trova nelle foglie di rododendro. Ha proprietà curative speciali:

  • rafforza i vasi sanguigni;
  • aumenta la penetrazione dell’acido ascorbico nel corpo, migliorandone l’effetto;
  • ripristina l’immunità;
  • efficace contro l’infiammazione;
  • tratta l’ipertensione;
  • normalizza le ghiandole surrenali;
  • riduce la manifestazione di reazioni allergiche;
  • riduce il colesterolo.

Fruttosio

I petali del cespuglio di rododendro contengono fruttosio, uno dei carboidrati preziosi. Fa bene al corpo:

  • tonifica;
  • aumenta la quantità di glicogeno nel fegato;
  • ripristina il corpo dalla fatica;
  • rafforza il sistema immunitario;
  • previene la carie, la diatesi nei bambini;
  • sostituisce il glucosio nel diabete mellito;
  • pulisce il fegato dalle sostanze tossiche.

Arbutin

La sua presenza nella pianta conferisce potere antisettico. È usato nel trattamento dell’infiammazione della vescica, poiché la maggior parte dell’arbutina dal tratto gastrointestinale viene rimossa attraverso i reni e la vescica.

Ritarda la formazione di melanina nella pelle, motivo per cui l’industria cosmetica utilizza l’arbutina per creare creme sbiancanti. Sui benefici dell’arbutina, scoppiò una controversia tra gli scienziati. Alcuni sostengono che la sostanza favorisca la crescita dei tumori; altri confutano tali giudizi e credono che l’arbutina interferisca con la loro formazione. Non c’è ancora consenso confermato dalla ricerca scientifica.

Olio essenziale

Ha un effetto dannoso sui batteri, quindi viene utilizzato nel trattamento di infiammazioni e infezioni. Gli oli essenziali sono utilizzati efficacemente dall’industria dei profumi in quanto è noto che l’aggiunta di oli di rododendro a lozioni come la rasatura riduce il prurito agendo delicatamente sulla pelle sensibile.

Fiori

Le ricette popolari dei fiori alleviano la tachicardia, alleviano l’edema, la congestione del sangue venoso, aiutano con l’ipertensione. Nel rododendro Dauriano, i petali dei fiori hanno un sapore dolce e un odore aromatico. Ne fanno persino la marmellata, li tagliano in insalate.

Ricette della medicina tradizionale

Fiori, steli, foglie di rododendro nella medicina popolare sono usati nella preparazione di bevande medicinali, unguenti, pozioni.

Ricetta 1

Infusione, ripristino della microflora intestinale. Ha un effetto dannoso su Escherichia coli, Salmonella. Il materiale secco di rododendro dorato (1 cucchiaino) viene preparato con 250 ml di acqua bollente, attendere 2 ore. Bere caldo 2 o 3 volte al giorno per un cucchiaio.

Ricetta 2

Un agente analgesico che allevia l’affaticamento muscolare, il sovraccarico, è un decotto di rododendro dorato. Versare 0,5 g di fogliame essiccato in una pentola smaltata, versare 1 bicchiere d’acqua, mettere sul fuoco, far bollire per 15 minuti. Bevi 1 cucchiaio. l. (ricevimento tre volte al giorno).

noltre, il decotto disinfetta ferite, ulcere. Possono fare i gargarismi per il mal di gola; trattare la stomatite, il mal di gola.

Ricetta 3

L’infuso di rododendro caucasico viene utilizzato quando il sonno è disturbato, il mal di testa viene tormentato, con convulsioni, nel periodo del climaterio per alleviare la condizione. 2 g di foglie di piante essiccate vengono preparate in un bicchiere di acqua bollente. Resiste a 15 minuti, filtrato. Sono trattati per 1 cucchiaino. tre volte al giorno.

Ricetta 4

Viene prodotta una tintura dalle foglie e dai fiori dell’arbusto caucasico, che viene utilizzata per trattare la tachicardia, la mancanza di respiro e l’ipertensione. L’edema viene rimosso. 20 g di fiori secchi con foglie vengono versati con 1 bicchiere di vodka. Insisti in un luogo buio per mezzo mese. Stanno filtrando. Bere 25 gocce con acqua almeno 3 volte al giorno.

Ricetta 5

Una bevanda calmante è a base di foglie di Adams. L’erba (1 cucchiaino) viene versata con 1 litro di acqua bollente. Resistere a 40 minuti in un thermos. Non assumere più di 1 bicchiere al giorno, prima dei pasti, diviso in 3 parti (tre volte al giorno).

Rododendro medicina omeopatica

Quando si prepara un rimedio omeopatico, viene utilizzato un rododendro dorato: foglie fresche e germogli con sommità di fiori.

Indicazioni per l’uso del Rododendro per alleviare le condizioni delle persone meteorologiche:

  • ossa doloranti, articolazioni;
  • mal di denti;
  • la comparsa di edema;
  • disturbo del processo digestivo;
  • malattie dell’orecchio e degli occhi;
  • salute delle donne durante la menopausa.

Anche il dolore da artrite viene trattato con il rimedio omeopatico Rhododendron. Non solo elimina il dolore, allevia il nervosismo, lo stress mentale e fisico.

Controindicazioni

Il rododendro è un rimedio naturale per molte malattie. Le proprietà curative del rododendro possono portare non solo benefici, ma anche danni se usati in modo sconsiderato. È bene ricordare, comunque, che l’assunzione smodata di estratti di rododendro può provocare gravi effetti collaterali nell’organismo: non a caso, nella tossicologia, il rododendro è una tra le piante incriminate di scatenare effetti tossici, quindi etichettato come potenzialmente pericoloso. In ogni caso, l’impiego del rododendro a fini terapeutici viene supportato da validazioni farmacologiche piuttosto soddisfacenti; pertanto, il suo impiego non viene bandito. Prima di essere trattato con erbe medicinali, dovresti consultare il tuo medico.