Sono arrivate da tutta Italia le persone riunitesi in piazza San Giovanni, per il sit-in No vax e no Green Pass a Roma. In attesa degli interventi previsti dal piccolo palco allestito accanto alla Basilica, gli organizzatori al microfono hanno chiesto di rispettare le regole: “È un sit in. Sedetevi e state distanziati per rispettare tutte le regole di questi signori”. Tuttavia tra i manifestanti in pochi indossano la mascherina.

La manifestazione

Folti gruppi si sono seduti sulle aiuole antistanti la basilica e sui marciapiedi. Tra i cartelli esposti “vaccinazisti giù dalle poltrone”. Diversi i cori intonati dal palco: “Contro il Green Pass questa è la protesta”. E poi ancora: “Dove sono le mamme di Italia difendiamo i nostri figli. Tutte le piazze di Italia non si pieghino al sistema liberticida. Giù le mani dai bambini”. E anche “sparpagliati ma non distanziati”, mentre prima era stato fatto l’appello di “mantenere il distanziamento”. 

Le parole dei manifestanti

Dal palco di piazza San Giovanni arriva un attacco al presidente del Consiglio e all’Unione europea: “Siamo l’unico paese nel mondo” con queste regole. “Stanno sperimentando il regime anticostituzionale. Draghi è il nemico pubblico numero uno e dobbiamo far saltare questo governo. Stanno preparando la guerra. Unione Europea di servi”.

Sul palco si sono susseguiti diversi interventi cui quello del giudice sospeso Angelo Giorgianni, che ha ricordato Domenico Biscardi, un leader no vax morto da poco, e del presidente delle partite iva italiane Angelo Di Stefano.

“Siamo per la libertà – dice Di Stefano – Noi saremo i difensori della Costituzione, questo è un preavviso. Siamo determinati ad organizzarci su tutto il territorio e in tutta Europa”. Un avvocato e attivista tedesco ha invece attaccato “banche e politici corrotti: sono loro i nostri nemici, non i poliziotti che ci chiedono il Green Pass e per rispettare questa stupida regola. Cambiamo la propaganda, tutto questo è partito con le immagini di Bergamo ora dobbiamo mostrare le nostre immagini di queste piazze”.