Sanremo 2021, il Codacons contro Fedez e la Ferragni: il fantasioso motivo

46

Il Codacons torna all’attacco di Fedez subito dopo l’annuncio della classifica finale di Sanremo 2021: nel mirino c’è anche la moglie, Chiara Ferragni.

Il Codacons contro Fedez, anche a Sanremo. Tra l’associazione per i diritti dei consumatori e il cantante, secondo classificato della 71^ edizione in coppia con Francesca Michielin, non è la prima volta che si registrano attriti. Questa volta il motivo dell’offensiva del Codacons è l’appello che la moglie di Fedez, Chiara Ferragni, ha rivolto ai suoi follower per votare il marito nella serata finale.

Sanremo 2021, il Codacons contro Fedez e la Ferragni: il motivo

Il Codacons, su Twitter, ha pubblicato un post in cui ha annunciato che “vigilerà sull’andamento del televoto e chiederà alla Rai di avere tutti i dati relativi ai voti provenienti dal pubblico da casa”, per verificare se l’appello di Chiara Ferragni a votare il marito Fedez in gara a Sanremo con Francesca Michielin possa incorrere in qualche violazione.

L’associazione ha sottolineato che il regolamento del Festival “prevede la par condicio per tutti gli artisti in gara, e se questa viene violata da interventi esterni atti ad alterare la classifica finale della kermesse, la stessa classifica rischia di essere annullata”.

Per il Codacons, Chiara Ferragni, utilizzando “un bacino di utenza di 23 milioni di follower per favorire un artista a discapito degli altri”, potrebbe aver determinato “una violazione sia del regolamento del Festival sia delle delibere Agcom”.

Quindi, l’associazione ha annunciato che avvierà “le dovute azioni legale per annullare la classifica finale di Sanremo 2021“.

Sanremo 2021, le parole di Chiara Ferragni il giorno dopo la finale

FedezChiara Ferragni al momento hanno replicato al Codacons. L’influencer ha pubblicato una story sul suo account ufficiale di Instagram la mattina dopo la finale, ringraziando i follower che hanno votato per il marito. “Che notte – dice nel video pubblicato -, sono andata a letto alle 4. Pazzesco quello che avete fatto tutti voi, vi ringrazio ancora tantissimo”.