Quanti di voi dopo aver lavato i denti sciacquano la bocca con l’acqua? Bene, questa è in realtà un’abitudine sbagliata che dovrebbe essere evitata. Dopo aver finito di lavare i denti, infatti, avere la bocca “impastata” con il dentifricio fa molto bene ai denti… ed è molto importante per mantenerli sani.

Il motivo è semplice: il dentifricio contiene fluoro. Il fluoro è l’ingrediente più importante nel dentifricio,aiuta notevolmente la salute orale rafforzando lo smalto dei denti, rendendolo più resistente alla carie. Riduce anche la quantità di acido prodotta dai batteri sui denti.

Che ci piaccia o no, lavare i denti – e farlo bene – ci permette di prenderci cura della nostra igiene orale allontanando il rischio di dover vedere anzitempo il dentista, se non per una occasionale pulizia approfondita.

Quante volte siete soliti cambiare lo spazzolino? Se avere risposto un paio di volte all’anno, sappiate che per correttezza andrebbe usato uno nuovo ogni 3 o 4 mesi, mentre se siete avvezzi ad utilizzare lo spazzolino elettrico, le testine sono da rimuovere e cambiare ogni due mesi.

Siete convinti che le setole dure dello spazzolino siano più efficaci contro i residui di cibo? Niente di più sbagliato: possono far male alle gengive se facciamo troppa pressione, meglio le setole morbide, che entreranno anche meglio negli interstizi dentali.

Sciacquate lo spazzolino con il dentifricio sopra prima di lavarvi i denti? Sbagliato anche in questo caso: il dentifricio, infatti, si attiva direttamente con la saliva… L’azione di passare lo spazzolino sotto l’acqua è del tutto inutile secondo gli esperti.

A proposito di tempistiche, gli igienisti dentali concordano che i denti andrebbero lavati almeno due volte al giorno – dopo colazione e dopo cena – e che bisognerebbe aspettare non meno di 30 minuti dai pasti. In questo modo la saliva farà da protezione e barriera funzionando da antibatterico naturale.

Infine si raccomanda l’utilizzo del filo interdentale una volta al giorno e prima dell’effettivo lavaggio: così facendo le setole dello spazzolino troveranno già lo spazio interdentale libero per espletare al meglio la loro azione.