Può succedere, la mattina, di svegliarsi non sentendosi completamente riposati, una brutta sensazione i cui effetti possono prolungarsi anche per l’intera giornata successiva. Se si tratta di un fenomeno raro o transitorio, non c’è da preoccuparsi ma se la cosa si dovesse ripetere con una certa costanza è il caso di approfondire.

Ci sono, infatti, alcune patologie i cui sintomi possono essere intercettati proprio al risveglio, quindi saperli riconoscere permette di fare diagnosi precoci preziose per mettere a punto i migliori trattamenti.

Gli esperti, del resto, sottolineano come un sonno di qualità per almeno sette ore a notte sia fondamentale per una vita sana e attiva. Eppure, i dati evidenziano che un numero sempre maggiore di persone fatichi a riposare o, appunto, si svegli già stanco o con alcuni sintomi specifici.

Tuttavia un maggiore bisogno d’acqua al mattino può essere dovuto ad una serie di cose che facciamo durante la notte, a volte senza nemmeno rendercene conto.

Stanza troppo calda o coperte troppo pesanti

Quando si dorme è bene prediligere ambienti freschi e coperte piuttosto leggere. Dormire in una stanza eccessivamente calda, avvolti da coperte troppo pesanti aumenta infatti la sudorazione che si traduce nella perdita di liquidi ed elettroliti, causando quindi disidratazione.

Non bere abbastanza durante il giorno

Sappiamo bene quanto sia importante una corretta idratazione per mantenere il nostro corpo sano ed in forma. Bisognerebbe bere circa 2l d’acqua quotidianamente. Se al momento di andare a letto non sei sufficientemente idratato, può capitare che al risveglio sentirai una gran sete, unita inoltre ad una sensazione di secchezza di bocca e gola. E’ necessario durante tutto l’arco della giornata ricordarsi di bere a sufficienza.

Respirare con la bocca durante la notte

Se al mattino ti svegli disidratato potrebbe essere a causa di una respirazione scorretta. Durante la notte siamo infatti soliti perdere liquidi ed elettroliti, questa condizione può però peggiorare se si respira con la bocca piuttosto che con il naso. La respirazione orale fa infatti perdere un maggior numero di liquidi e provoca quella fastidiosa sensazione di secchezza al mattino. Questo problema può essere dovuto ad una scarsa qualità del sonno. Se ti accorgi che il problema persiste è opportuno rivolgersi ad un medico.

Assumere alcol la sera

Bere alcol la sera è un’abitudine abbastanza comune ma comporta alcuni svantaggi. L’alcol impedisce al nostro corpo di rilasciare l’ormone antidiuretico, che porta a una maggiore perdita di acqua del solito, per tale motivo sentirai il bisogno di urinare spesso durante la notte. Di conseguenza la matina potrai sentirti altamente disidratato, con sensazioni diffuse di secchezza (labbra, bocca, gola). Per scongiurare questa eventualità è bene innanzitutto non eccedere nel consumo di alcol e inoltre ricordarsi di bere, tra una bevanda alcolica e l’altra, sempre almeno un bicchier d’acqua.

È importante, quindi, prestare attenzione sia a come si dorme sia al modo in cui ci si sveglia, cosa che molti invece sottovalutano o non considerano affatto. Come ci si sente al risveglio, infatti, può suggerirci che il nostro fisico non sta bene e fra i segnali più preoccupanti c’è la sete.