Senecio rowleyanus

Conoscete il senecio? Una pianta ornamentale, costituita da lunghi rami a cascata, con foglie tondeggianti, simili ai grani del rosario.

Proveniente dalle regioni aride dell’Africa, la Kleinia è una pianta dall’aspetto davvero particolare, con rami cadenti costellati da foglie succulente; tra agosto e ottobre, regala anche delle belle fioriture. La pianta andrebbe collocata in un vaso sospeso, in modo tale da permetterle di sviluppare i suoi rami in modo suggestivo.

L’ideale è farla crescere in una posizione luminosa, magari davanti alla finestra, al riparo da fonti di calore dirette. Dall’inizio della primavera sino a fine autunno può essere sistemata all’esterno; in questo caso, però, optate per un luogo ombreggiato e fresco.

Prendersi cura della Kleinia è molto semplice: necessita solo di vasi di piccole dimensioni e di un terriccio ben drenato, senza ristagni d’acqua.

Non ha bisogno, quindi, di essere innaffiata spesso: in autunno e in inverno è sufficiente mezzo bicchiere d’acqua, una o due volte al mese; in primavera e in estate, invece, va bagnata più spesso, sempre lasciando asciugare bene la terra del vaso tra un’irrigazione e l’altra.

D’estate, all’acqua di irrigazione va aggiunto un concime liquido per piante grasse almeno una volta al mese. Tra agosto e ottobre, il senecio regala anche delle belle fioriture, non particolarmente vistose ma sicuramente gradevoli.

Moltiplicazione e rinvaso

Il senencio può essere moltiplicato con successo attraverso talee da prelevare in primavera. È sufficiente recidere circa dieci centimetri di uno dei lunghi steli della pianta, rimuovere le foglie lla base e collocare il fusticino in acqua o direttamente in terra.

La talea, sistemata in un luogo luminoso e mantenuta umida, in genere radica entro una o due settimane. Il successo della moltiplicazione è evidente quando lo stelo inizia a crescere e a emettere nuove foglie.

Il rinvaso va effettuato quando la pianta diventa eccessivamente grande o quando si nota che le radici iniziano a fuoriuscire dai fori di drenaggio nella parte inferiore del vaso. Per consentire alla pianta di avere spazio a sufficienza, in primavera la si può trasferire in un contenitore leggermente più grande e con del nuovo terriccio.