ecco come sgonfirare gambe e caviglie

Caviglie e piedi gonfi sono un problema comune e di solito non danno preoccupazione, soprattutto se si sono gonfiati dopo essere stati in piedi o aver camminato molto. Ma le caviglie e i piedi che si gonfiano, o presentano altri sintomi, potrebbero segnalare un grave problema di salute.

Come ridurre il gonfiore a caviglie e piedi: i rimedi più efficaci

Ci sono diversi trattamenti che puoi provare a casa se hai il problema di caviglie e piedi gonfi, rimedi che possono alleviare il gonfiore quando si verifica:

  • Solleva le gambe quando ti corichi. Le gambe dovrebbero essere sollevate in modo da trovarsi sopra al cuore. Usa un cuscino da posizionare sotto le gambe.
  • Rimani attivo e fai esercizi di stretching alle gambe.
  • Consuma meno sale, che può ridurre la quantità di liquido che può accumularsi nelle gambe.
  • Evita di indossare indumenti troppo stretti intorno alle cosce.
  • Mantieni un peso corporeo sano.
  • Indossa calze a compressione.
  • Alzati o muoviti almeno una volta ogni ora, specialmente se stai seduto o fermo per lunghi periodi di tempo.

Il pediluvio per ridurre il gonfiore a caviglie e piedi

Si chiama idroterapia: alternare bagni di acqua calda e fredda. L’acqua calda consente ai vasi sanguigni di dilatarsi, mentre l’acqua fredda li fa contrarre. Questo aiuta a migliorare la circolazione, che può ridurre e prevenire il raggruppamento di liquidi nei piedi e nelle caviglie.

Prova a mettere i piedi nell’acqua calda per 3-5 minuti, quindi in acqua fredda per 30-60 secondi. Continua alternando per 15-20 minuti, per alcune volte al giorno.

Pediluvio al solfato di magnesio

Aumentando il flusso sanguigno ai piedi, il solfato di magnesio allevia il dolore e il disagio e aiuta a ridurre il gonfiore in caviglie e piedi. Riempi una bacinella con acqua tiepida e aggiungi mezza tazza di solfato di magnesio. Immergi i piedi per 15 minuti.

Impacco all’aceto di mele

L’aceto di mele, ad alto contenuto di potassio, è una risorsa utile per combattere il gonfiore di gambe e piedi. In effetti, è una mancanza di potassio che porta i piedi a trattenere l’acqua. Immergere un asciugamano in una miscela contenente una parte di aceto di mele e una di acqua. Avvolgere l’asciugamano attorno ai piedi e lasciarlo per 30 minuti.

Massaggio con olio di camomilla

Allevia il gonfiore a caviglie e piedi. I massaggi aiutano ad aumentare il flusso sanguigno e prevenire la ritenzione idrica. L’olio di camomilla ha proprietà antinfiammatorie e può essere applicato direttamente sulla pelle.

L’edera riattiva la circolazione degli arti inferiori

L’edera è una delle piante anticellulite per eccellenza. Arbusto sempreverde rampicante, deve il suo nome proprio a questa sua caratteristica: il verbo da cui discende il suo nome, “haerere”, in latino significa proprio “essere attaccato”. Facilissima da coltivare anche in vaso, l’edera è in grado di adattarsi facilmente a qualsiasi condizione, regalandoti le sue foglie verdissime e a forma di cuore anche in pieno inverno. Grazie alle saponine di cui è ricca, l’edera possiede ottime proprietà vasocostrittrici e astringenti che contrastano vasodilatazione e congestione degli arti inferiori, mentre i flavonoidi migliorano l’eventuale insufficienza venosa.

Raccogli 10-12 foglie di edera, disponile su un foglio di carta assorbente e lasciale essiccare per 24 ore. Metti le foglie in un pentolino e aggiungi olio extravergine d’oliva fino a coprirle totalmente. Accendi il fuoco, una volta raggiunti i 50 °C (misurali con un termometro da cucina), spegni e lascia in infusione per una notte. Con una garza, filtra e versa l’olio in un vasetto di vetro scuro. Aggiungi l’essenza di rosmarino e usa la miscela fai il massaggio ogni mattina.