La sinusite è un’infiammazione dei seni paranasali, le cavità inserite nello spessore delle ossa craniche, a livello della radice del naso e al di sotto delle sopracciglia. Queste strutture anatomiche comunicano con il naso attraverso gli osti, cioè dei piccoli condotti che consentono il passaggio nel naso del muco prodotto dalla mucosa che riveste i seni.

La sinusite causa tipicamente dolore al volto (in genere, sono interessate le zone sopra e sotto gli occhi, la mascella e la fronte), congestione nasale, rinorrea purulenta, cefalea, tosse con catarro, riduzione del gusto e dell’olfatto, malessere generale e febbre.

Sintomi Sinusite Acuta

Il sintomo più caratteristico della sinusite acuta è rappresentato dalla comparsa di un dolore al volto unilaterale, che generalmente interessa le guance, subito sotto gli occhi, e la mascella. Questa sensazione è riferita spesso come un “dolore al naso come se avessi preso una botta”.

La sensazione di pressione facciale può estendersi anche alle orbite oculari ed il senso di pesantezza si accentua quando si effettuano i movimenti del capo oppure quando viene esercitata una pressione sul seno o sui seni paranasali interessati dall’infiammazione (dolorabilità al tatto).

Altre manifestazioni che si possono associare alla sinusite comprendono:

  • Mal di testa;
  • Naso chiuso;
  • Secrezione di pus giallo o verde dal naso;
  • Mal di denti;
  • Riduzione del gusto (disgeusia) e dell’olfatto (anosmia);
  • Tosse con catarro;
  • Febbre;
  • Alito cattivo (alitosi).

Nella sinusite acuta può comparire anche una secrezione giallastra-verde, contenente pus. Questo muco giallo dalla sede dell’infiammazione scende nel naso o nella gola (scolo retrofaringeo).

Sinusite: cosa mangiare per ridurre i sintomi

Può accadere addirittura che la sinusite sia così forte da impedirci di sentire sapori e odori; anche la voglia di mangiare può diminuire.

In ogni caso, cercate i cibi leggeri, che vi fanno stare meglio. Ecco i principali:

  • Alimenti liquidi, brodosi, caldi, come zuppe di verdure e legumi;
  • Proteine vegetali, per non appesantire l’organismo: legumi in tutte le varietà (ceci, fave, lupini, fagioli, piselli…), meglio se abbinati a cereali integrali. La pasta e fagioli, per esempio, oppure riso coi piselli;
  • Utilizzate le spezie, per aiutare ad eliminare il muco: via libera ai sapori forti di paprica, aglio (che è anche un ottimo antibatterico), cipolla e rafano; wasabi, per chi ama i sapori orientali;
  • Mantenete una buona idratazione: bevete spesso, meglio se liquidi caldi e non zuccherati;
  • Mangiate la vitamina C: se ne trova in abbondanza soprattutto in rucola, peperoni, agrumi, sempre freschi e crudi;
  • Fate il pieno di vitamine e sali minerali consumando verdure crude di tutti i colori: ogni colore apporta diverse sostanze salutari.

Sinusite cronica, i rimedi

Sinusite: cosa non mangiare per ridurre i sintomi

Ecco cosa non bere:

  • Non bere alcolici ne bevande contenenti caffeina (caffè, tè, cola): aumentano la disidratazione e di conseguenza la secchezza nasale tipica della sinusite;
  • Eliminate gli alimenti che stimolano la produzione di muco: niente latte e derivati, niente farine bianche né zuccheri raffinati;
  • Evitate i piatti molto complessi che richiedono troppa energia nella digestione (avete bisogno di energia per guarire!): no ai fritti, ai grassi in eccesso.

Più in generale, quando si manifestano i primi sintomi della sinusite, come la congestione o la rinorrea, è indicato fluidificare il muco nasale per una più facile espulsione. A tale scopo, è possibile ricorrere a suffumigi con acqua bollente e bicarbonato oppure ad irrigazioni delle fosse nasali con una soluzione salina. Quest’ultima pratica permette la rimozione del muco, ostacolando la colonizzazione da parte di agenti patogeni, quindi aiuta a prevenire sinusiti, otiti medie, riniti e faringiti.

Il lavaggio nasale può essere attuato anche con altri metodi, che includono la doccia micronizzata e gli spray a base di soluzione salina (isotonica o ipertonica), acquistabili in farmacia.

Anche l’applicazione di panni umidi e caldi (non troppo!) sui seni paranasali interessati e l’assunzione di bevande calde può aiutare ad alleviare i sintomi della sinusite. Infine, si consiglia di indossare una sciarpa a protezione del viso quando si esce all’aperto.