Una rissa tra due giovani calciatori è degenerata quando il padre di un ragazzo ha aperto il fuoco contro il genitore del suo avversario. L’incidente è avvenuto a Francofonte, in Sicilia.

La lite tra ragazzini

Il quotidiano La Repubblica ha così ricostruito quanto sarebbe accaduto: L’incidente è iniziato il 26 dicembre in un campo di calcio di Francofonte quando due ragazzi, rispettivamente di 13 e 14 anni, hanno avuto una discussione.

I due ragazzi avrebbero litigato, uno dei due ha lanciato una pietra che ha colpito il suo rivale alla testa. Il ragazzo ferito è stato curato al pronto soccorso, ma i suoi genitori ne hanno parlato solo come se avesse subito una banale caduta.

I colpi di pistola

Quattro giorni dopo la lite tra gli adolescenti al campo di calcio di Francofonte, il 30 dicembre, il genitore 42enne del ragazzo che ha subito un trauma cranico avrebbe sparato due colpi di pistola contro il padre dell’altro adolescente, ferendolo all’addome e alla schiena.

L’arresto

L’uomo ha riportato gravi ferite nell’incidente ed è stato curato all’ospedale di Lentini. Le indagini hanno rivelato che l’uomo arrestato avrebbe agito per vendicare un’aggressione subita dal figlio. L’uomo, arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Augusta per tentato omicidio, è detenuto nel carcere di Siracusa Cavadonna.