Sosteneva che nel vaccino anti Covid ci fosse dell’alluminio e non c’è stato verso di fargli cambiare idea – nemmeno i consigli dei suoi famigliari più stretti e degli amici lo hanno convinto del contrario. Trattasi di David Parker, 56 anni, uomo che ha trascorso un decennio a lavorare come manager del Club Louis nel North Yorkshire e che lunedì al Darlington Memorial Hospital nella contea di Durham (Gran Bretagna) è morto dopo essere risultato positivo al coronavirus e senza avere problemi di salute pregressi.

La famiglia di Parker, dopo la scomparsa del 56enne, sta esortando tutti a “fare il vaccino”. Steve, amico 59enne di David, raggiunto dal The Sun, ha dichiarato: “La sua famiglia è devastata, erano molto uniti e si amavano teneramente. Ma nonostante la loro terribile perdita, vorrebbero che si sapesse che stanno incoraggiando tutti a farsi vaccinare perché non vogliono che gli altri soffrano come loro”.

Prima di perdere la vita, Parker ha condiviso diversi post no vax sui social. Ad esempio ha postato l’immagine di una protesta anti-lockdown a Londra, scrivendo “brillante”, con tanto di emoji plaudente. Altri post raffiguravano meme derisori rivolti alle persone che pubblicavano foto della loro tessera vaccinale.

Tra i contenuti diffusi da Parker anche l’immagine di un uomo con un cappello di carta argentata: “Quando ti rendi conto che il tuo cappello di stagnola ha meno alluminio di un vaccino”.

“Così triste vedere questo. RIP zio David, avresti potuto salvarti!”, hanno scritto su Facebook dei parenti della vittima. L’amico Steve si era infettato lo stesso giorno di David. Ma a differenza di quest’ultimo era completamente vaccinato e non ha avuto gravi problemi di salute.

“Non ci credeva e non lo voleva, era per sfiducia nei confronti dell’élite, francamente, e non potevamo fargli cambiare idea”, ha commentato Steve. Il Club Louis, con una nota, ha salutato il manager: “È con enorme rammarico che dobbiamo annunciare la scomparsa del nostro manager, David Parker. Era in cura per gli effetti del Covid ma ha perso la sua lotta”.