Fonte immagine (Pixabay)

Erbe e spezie sono molto utilizzate in cucina perché hanno la capacità di esaltare i sapori di tantissime ricette e molte di esse, se consumate con regolarità, apportano all’organismo numerosi benefici grazie alle loro potenti proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e di riduzione del rischio di complicazioni associate a malattie cardiache e respiratorie.

Essendo secche spesso si fa l’errore di credere che la loro durata sia illimitata ma non è sempre così e ogni tipologia ha regole precise da seguire per evitarne il deperimento.

Come conservare al meglio spezie ed erbe

Per fare in modo che spezie e erbe durino il più a lungo possibile esistono alcuni accorgimenti che si possono mettere in pratica.

Ridurre al minimo la loro esposizione all’aria, al calore, alla luce e all’umidità è la chiave principale per allungarne la vita e per questo, sebbene conservarle in contenitori trasparenti accanto al fornello possa essere comodo per un utilizzo veloce, con il tempo potrebbe rivelarsi una mossa controproducente.

Meglio quindi riporle in un ambiente fresco, asciutto e buio come una dispensa, un cassetto o un armadio posizionato lontano da fonti di calore.

Utile anche assicurarsi che erbe e spezie siano racchiuse in contenitori ermeticamente sigillati e non porosi. Quelli in vetro non trasparente o ceramica sono la scelta migliore perché facili da pulire e ottimi scudi contro aria e umidità.

Come capire quando buttare erbe o spezie

Le erbe e le spezie essiccate non scadono nel senso tradizionale e difficilmente consumarle dopo il periodo consigliato può portare a effetti negativi per la salute. Tuttavia, con il passare del tempo sapore e aroma tendono a diminuire.

Molte spezie acquistate nei negozi riportano sulla confezione la data di scadenza, che indica il periodo di tempo durante il quale indicativamente mantengono il sapore e la qualità. Questo però difficilmente avviene in caso di merce comprata sfusa o nei mercatini. In quel caso, se mentre ci si appresta ad usarle non si è sicuri della loro bontà è consigliabile annusarle o strofinarle e se il profumo è debole e il sapore è poco brillante, probabilmente si tratta un buon momento per sostituirli.