Spirea olmaria, o più semplicemente olmaria, è una pianta erbacea perenne dotata di proprietà diuretiche, antinfiammatorie e calmanti. Frequente nell’Italia settentrionale – sporadica altrove e assente nelle isole – la spirea predilige i terreni umidi e freschi; per questo è di comune riscontro in prossimità dei corsi d’acqua, soprattutto nelle regioni montane e subalpine. E’ nota anche come regina dei prati o spirea.

La spirea, è una pianta appartenente alla famiglia delle Rosaceae che comprende diverse specie tra cui la più conosciuta, sia per uso ornamentale che per le proprietà curative, è la Spirea Ulmaria o Spirea Bianca, così chiamata per i suoi caratteristici fiori di colore bianco.

Oggi è molto apprezzata come rimedio antinfiammatorio particolarmente adatto per i sintomi influenzali tipici durante il cambio di stagione o per i dolori articolari e per combattere la ritenzione di liquidi.

Principi attivi

La Spirea Bianca è ricca di olio essenziale, flavonoidi, salicina, minerali, vitamina C, tannini, mucillagini. La sinergia di questi principi attivi rende questa pianta ricca di proprietà utili in presenza di infiammazione dei tessuti.

A cosa serve la spirea

L’olmaria è ricca di tannini, molecole cui viene attribuita la capacità di ridurre l’infiammazione e il muco. Al suo interno sono inoltre presenti buone quantità di salicilati, composti simili all’acido acetilsalicilico presente nell’aspirina. Per questo i prodotti a base di olmaria vengono proposti in caso di raffreddore, bronchite, fastidi allo stomaco, bruciori gastrici, ulcera peptica e problemi alle articolazioni, come la gotta. Inoltre vengono consigliati per aumentare la produzione di urina e come germicidi in caso di infezioni alla vescica.

Infuso

É bene ricordare che per la preparazione dell’infuso, non bisogna utilizzare l’acqua bollente (ma calda) perché l’acido salicilico è termolabile e si distrugge col calore. 

1 cucchiaio raso sommità fiorite di spirea, 1 tazza d’acqua. Versare la miscela di foglie e fiori nell’acqua calda e spegnere il fuoco. Coprire e lasciare in infusione per 10 min., quindi bere per alleviare di dolori articolari, stati influenzali o infiammatori.

2 capsule o compresse di estratto secco prima dei due pasti principali 

Controindicazioni

L’olmaria è controindicata in caso di asma perché potrebbe aggravarla causando spasmi polmonari. Infine, non bisogna sottovalutare il rischio di reazioni allergiche, soprattutto in caso di allergia all’aspirina.