Stanchezza primaverile: Ecco alcuni suggerimenti

La stanchezza può avere diverse origini: lo stress, un’alimentazione scorretta, i cambi di stagione, un’intossicazione. E’ molto spiacevole perchè la sensazione di affaticamento ci toglie le forze per svolgere le nostre attività quotidiane e la sera, quando torniamo a casa dopo il lavoro, non vediamo l’ora di metterci a letto. Per fortuna la natura ci viene in soccorso e con i rimedi giusti è possibile vincere l’affaticamento e ritrovare le energie.

Alimentazione sana e corretta

Un’alimentazione corretta può essere un ottimo rimedio per curare i sintomi della stanchezza primaverile. Fra gli alimenti da privilegiare ci sono quelli ricchi di vitamine: legumi, ortaggi e cereali integrali offrono un apporto fondamentale di vitamina B, mentre agrumi, kiwi, pomodori e verdure a foglia verde servono a fare il pieno di vitamina C. Da non dimenticare poi gli alimenti ricchi di proteine come carne bianca, uova, tofu e frutta secca, limitando i carboidrati.

No alcool e snack: i picchi glicemici dovuti a tutto quello zucchero danno l’illusione di sentirsi energici sul momento, ma poi rischiano di far tornare più stanchi di prima.

Idratazione e sali minerali

Non dimenticare di bere acqua, almeno 10-15 bicchieri di acqua al giorno, al fine di garantire una buona funzionalità renale e una costante depurazione dell’organismo.

I sali minerali sono tra tutti gli altri elementi quelli che portano un maggior contributo. Tra questi il magnesio, con la sua azione miorilassante, riduce i risvegli notturni legati all’ansia, allevia la stanchezza agli arti inferiori e migliora i disturbi di attenzione (si trova nei semi, noci, pistacchi, riso, verdure a foglia verde). Il potassio regola la pressione arteriosa, abbassandola, in quanto favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso, combattendo di conseguenza anche la ritenzione idrica (si trova nelle albicocche, lattuga e asparagi). Infine, lo zinco contribuisce a potenziare le risposte immunitarie (è presente in carne, germe di grano, uova, cereali e legumi).

Movimento e riposo

Fare movimento è un rimedio fondamentale per aiutare il nostro corpo a uscire dal letargo invernale. Dite addio alla vita sedentaria e sfruttate le prime belle giornate per fare una corsa o un po’ di camminata veloce. Inoltre il sole è un antidepressivo naturale: basta mezz’ora di allenamento al giorno per aumentare il livello di energia e migliorare l’umore. Cercare poi di non andare a letto troppo tardi e, se è possibile, meglio concedersi un sonnellino pomeridiano di 20-30 minuti, utilissimo per ricaricare le energie.