La pancia gonfia ed il grasso addominale spesso sono causati anche dallo stress. La pancia è il secondo cervello, il cervello addominale. Se dopo una discussione in famiglia, un accesso d’ira o una apprensione per il lavoro si sente lo stomaco tirare o la pancia gonfiarsi come un palloncino, il motivo è che le preoccupazioni e le ansie si concentrano proprio lì, sull’addome

Gonfiori e dolori addominali in varie forme (dopo i pasti, a digiuno, notturni..) caratterizzano una buona fetta di popolazione, sopratutto di sesso femminile.

Il modo più tipico in cui queste problematiche si manifestano è:

  • sensazione di eccessiva pienezza dopo i pasti
  • gonfiori di stomaco o intestino anche senza aver mangiato
  • dolori addominali generici, tipicamente dopo i pasti

Ad oggi, questi problemi vengono definiti  “problemi funzionali“.

Cosa significa? In pratica, significa che nella maggior parte dei casi gli esami clinici e radiologici non rilevano alcuna malattia, nè tantomeno alcuna anomalia che possano giustificare come mai la persona avverta i sintomi.

Tuttavia la persona li avverte, eccome!

Non è raro che la persona si svegli con la pancia assolutamente sgonfia, e che poi inizi a sviluppare gonfiore durante la giornata, in modo a volte così evidente da sembrare….in gravidanza!

In questo articolo ti spiegheremo quali sono le cause alla base dei problemi di gonfiore e dolore addominale, e naturalmente vedremo una serie di consigli e rimedi.

Eccesso di stress nervoso

Questa è una causa ben nota, e sicuramente MOLTO potente; da tenere quindi in attenta considerazione. Quando siamo fortemente sotto stress, la nostra tensione nervosa aumenta, e questo è piuttosto ovvio.

Meno noto è il fatto che quando la nostra tensione nervosa aumenta, i nostri organi digestivi tendono a “chiudersi”: si tratta di una reazione fisiologica e utilissima, perchè quando siamo in tensione non è certo il momento di mangiare, quindi meglio destinare altrove le energie.

Il problema è che moltissime persone vivono con uno stato di tensione nervosa perennemente alto, per tutta una serie di motivi, o semplicemente per il loro carattere.

Se la tensione nervosa è perennemente alta, come saranno gli organi digestivi?

Ovvio: perennemente “chiusi“, poco propensi ad accettare cibo.

Ma visto che dobbiamo comunque mangiare, come sarà il transito degli alimenti?

Neanche a dirlo si tratterà di un transito lento, caratterizzato da molta fermentazione.

Ecco perchè lo stress e la tensione nervosa possono giocare un ruolo così fondamentale.

Consigli: come puoi migliorare il problema da subito

Ok, viste le caratteristiche fondamentali del problema, veniamo ai consigli. Ognuno di noi ha una cosiddetta “causa prevalente”, ma un buon lavoro globale è sempre l’ideale.

Ecco quindi una serie di consigli che possono esserti molto utili a ridurre i gonfiori e i dolori addominali.

Problemi di tipo alimentare-metabolico

Ovviamente non c’è molto da discutere sul fatto che l’alimentazione abbia un peso determinante nel problema gonfiori e dolori addominali.

Alcune cause semplici di gonfiori:

  • utilizzo di bevande gassate
  • forte consumo di prodotti lievitati
  • mangiare eccessivamente in fretta
  • alimenti eccessivamente trasformati

Cortisolo e grasso addominale: un innalzamento del cortisolo provoca un aumento degli zuccheri nel sangue, il che può determinare una insulino-resistenza a cui possono far seguito infiammazioni che abbassano le difese immunitarie, possono causare disfunzioni della tiroide e ingenerare un senso di ansia, nervosismo e irritabilità, oltre all’accumulo di peso e alla pancia gonfia. L’eccessiva presenza di cortisolo nell’organismo induce la perdita di massa magra e allo stesso tempo determina una resistenza alla perdita di peso e quindi diventa più difficile dimagrire. La fascia addominale è la zona che risente maggiormente dell’influenza negativa dello stress poiché aumenta il grasso viscerale: l’organismo infatti risponde ad una percezione di pericolo facendo scorte di grasso per poter garantire la sopravvivenza. 

Cortisolo e intestino: quando siamo preda dello stress, le conseguenze si avvertono anche a livello gastrointestinale, perché si genera il gonfiore addominale. Secondo gli studiosi, esiste un sistema nervoso associato all’intestino il cui funzionamento dipende dallo stesso tipo di neuroni e di neurotrasmettitori presenti a livello del sistema nervoso centrale, come la serotonina, l’ormone della felicità. Quando le emozioni sono di tipo negativo, magari associate a stati di tensione e di ansia o di paura, il cervello comanda all’intestino di rilasciare ulteriore serotonina per gestire l’eccesso emotivo, con ricadute sulla funzionalità dell’apparato digestivo.

Pancia gonfia e alimentazione: per ridurre il gonfiore addominale, meglio limitare il consumo di alcuni alimenti. Evitiamo fagioli, broccoli, cavolini di Bruxelles, cavoli, cavolfiori, lattuga, mele, pere, pesce e cereali integrali. Tra le bevande, quelle che andrebbero tenute alla larga vi sono quelle gassate; semaforo rosso anche per caffè, tè nero, cioccolata, alcol ed energy drink, che introducono molecole irritanti per l’intestino. Naturalmente, oltre alla dieta, è importante condurre uno stile di vita sano, che unitamente ad un’alimentazione equilibrata, preveda attività fisica costante e, per quanto possibile in tempo di pandemia, all’aria aperta.

Piuttosto scontato quindi che una buona alimentazione sia la prima arma con la quale affrontare il problema, dato che è una delle principali cause.

Migliora la tua postura e la tua respirazione

Come ho detto poco fa, una importante causa di gonfiori e dolori addominali è proprio l’eccessivo stato di contrattura dei muscoli e la cattiva postura.

In particolare, quando si parla di digestione si parla soprattutto di muscoli respiratori, in particolare del Diaframma. Il diaframma è il principale muscolo respiratorio, ed è proprio a ridosso dello stomaco, oltre che del fegato.

La rieducazione del diaframma è quindi una delle principali armi contro il gonfiore. Per esercitare al meglio il diaframma e la postura, guarda questo video.