Terremoto, forte doppia scossa nel Centro Italia: la situazione

In Umbria, la terra ha tremato nella mattina di sabato 15 maggio. Non si registrano, al momento, danni a persone o cose ma molte persone sono uscite in strada dopo la scossa di terremoto. A darne notizia è stato l’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

Il sisma di magnitudo 4.0 è stato registrato alle 9.56 a 2 chilometri a Nord-Est di Gubbio, ma è stato distintamente avvertito anche a Perugia. Al momento non sono giunte al centralino dei vigili del fuoco segnalazioni di danni a persone o cose. Sono in corso verifiche.

Poco dopo, alle ore 10.07, è stata registrata un’altra scossa di magnitudo 3.1 a un chilometro sempre a Nord-Est di Gubbio alla stessa profondità: 10 chilometri.

Le due scosse di sabato mattina sono state precedute da una di magnitudo 2.8, registrata alle 22.22 di venerdì. “Dalle verifiche effettuate fino a ora non risultano danni a persone o cose”, ha comunicato la Protezione civile via Twitter.

Il sindaco di Gubbio, Filippo Stirati, ha dichiarato all’Adnkronos che la doppia scossa di sabato mattina “è stata avvertita dalla popolazione, è stata breve ma intensa. Ora siamo in contatto con la protezione civile per valutare la situazione, e con i nostri uffici stiamo facendo tutti i controlli e le verifiche del caso sugli edifici pubblici. Al momento non abbiamo segnalazioni di danni”.

“Proprio oggi qui avremmo dovuto avere la Festa dei Ceri che anche quest’anno non è stato possibile celebrare – ha ricordato – per via della pandemia, per il rischio di assembramenti”.