Terremoto di magnitudo 7.8 al largo della Nuova Zelanda: Scatta l’allarme tsunami

802

Un terremoto di magnitudo 7.8 è stato registrato a largo della Nuova Zelanda, con ipocentro a circa 10 km di profondità. Scatatta l’allerta tsunami per diverse coste del Pacifico meridionale. Centinaia di persone stanno fuggendo dalle zone costiere del nord della Nuova Zelanda.

Allerta tsunami anche in Nuova Caledonia. “Un’onda da uno a 3 metri impatterà sul Paese. Le persone devono lasciare le spiagge e interrompere ogni attività nautica. Non andate a prendere i bambini a scuola per non ingombrare” le strade, è l’appello lanciato alla radio NC 1 da Alexandre Rossignol, portavoce della protezione civile, parlando di “minaccia reale” perché l’onda, attesa verso le 10 ora locale (la mezzanotte in Italia), potrebbe “penetrare nel territorio”.