Ancora una volta, Federica Pellegrini ha lasciato tutti a bocca aperta. La 32enne azzurra è riuscita in un’impresa storica, conquistando la quinta finale nei 200 stile libero della sua carriera.

La Divina ha dovuto faticare moltissimo per portarsi a casa il pass per la finalissima (in programma nella notte di mercoledì). Si è qualificata con il tempo di 1’56″44, settimo tempo totale, dando un senso alla sua partecipazione a Tokyo 2020.

Per Federica Pellegrini, l’ennesima finale della sua carriera è un record. Mai nessuna atleta donna era riuscita a conquistare cinque finali nella stessa disciplina olimpica (negli uomini ci è riuscito Michael Phelps, 200 farfalla).

Grande soddisfazione nelle parole della stessa azzurra: “Era un obiettivo più che mai difficile. Ci abbiamo provato fino alla fine e con uno staff meraviglioso in maniera ineccepibile. Era questo l’obiettivo di questa Olimpiade, non è l’obiettivo minimo. E’ un anno che nuoto 1’56”, non mi racconto balle, era questo era il vero obiettivo, ci sono tante atlete che vanno più forte di me”.

“Il reparto medaglie domani è chiuso, non è raggiungibile per me in questo momento. In carriera mi sono sempre posta obiettivi fattibili”, ha sottolineato la Divina aggiungendo: “Chi vince domani? Titmus e andrà molto vicina al mio record del mondo, anche se io tifo sempre per quella riga rossa….”.

Cosa c’è in questa finale? Ci sono 20 anni di vita”, dice ancora la nuotatrice commossa. “Questo era il mio obbiettivo: centrare la mia quinta finale nei 2000 stile libero”.

L’ennesimo capolavoro di una fuoriclasse assoluta che proverà, in finale, a compiere l’ennesimo miracolo. Nelle precedenti quattro finali dei 200 stile libero alle Olimpiadi ha conquistato un argento, un oro, un quinto posto (Londra 2012) e un quarto posto a Rio 2016.

Queste le otto finaliste nei 200 stile libero (in ordine di tempo): Titmus (Australia), Haughey (Hong Kong), Ledecky (Usa), Yang (Cina), Seemanova (Repubblica Ceca), Oleksiak (Canada) , Pellegrini (Italia), Wilson (Australia).