Accoglienza da star all’aeroporto di Fiumicino per Marcell Jacobs, vincitore a Tokyo 2020 di due titoli olimpici nei 100 metri e nella staffetta 4×100 (assieme agli altri velocisti Patta, Desalu e Tortu, tornati a casa 24 ore prima). Il campione azzurro è rientrato in Italia dopo aver chiuso le Olimpiadi come portabandiera dell’Italia nella cerimonia conclusiva dei Giochi.

Già alla partenza da Tokyo Jacobs era stato accolto e salutato come una star da una folla di fotografi, cameramen, passeggeri e addetti allo scalo. Atterrato a Fiumicino è stato subito salutato dai colleghi della polizia.

Marcell Jacobs si è presentato agli arrivi con in braccio il figlio e al collo una delle due medaglie d’oro conquistate a Tokyo: fra applausi e ovazioni, l’uomo più veloce del pianeta è stato abbracciato dalla compagna, dai figli, dalla mamma e dagli amici.

Queste le parole del campione azzurro dopo lo sbarco, riportate da Ansa: “Non mi aspettavo venissero tutti, bellissimo. Anche sul podio è stato emozionante ma tornare qui e rivedere tutti lo è anche di più”. “Neanche nei miei sogni – ha detto – mi sarei immaginato un’Olimpiade così bella. Vincere due medaglie d’oro e fare il portabandiera alla chiusura dei Giochi è stato incredibile. È magnifico vedere il mio nome accostato a quello dei grandi, vedere che siete tutti qui per me è bellissimo”.