Lo zucchero? Il nostro peggior nemico. Un consumo elevato di zucchero innesca le citochine, agenti infiammatori che agiscono sulle articolazioni. Una condizione di infiammazione cronica può provocare artrite, malattie cardiache e problemi cerebrali.

I cibi zuccherati vengono digeriti molto velocemente, provocando poco dopo di nuovo un senso di fame. Inoltre, i dolci stimolano il rilascio di dopamina, un neurotrasmettitore che viene rilasciato in risposta ad un evento gratificante e che crea una sorta di dipendenza: quando il cervello considera lo zucchero come una ricompensa, ne chiede quantità sempre maggiori. 

Lo zucchero presente nel cibo, una volta trasformato in glucosio, rappresenta la fonte primaria di energia per il corpo: per questo motivo è bene mantenerne un livello sempre costante.

Quando si mangiano cibi molto dolci, l’organismo riceve inizialmente una grande quantità di energia, ma subito dopo entra una fase di carenza, essendo lo zucchero digerito molto velocemente. Se accusate sbalzi di umore e momenti di debolezza alternati ad altri pieni di carica, probabilmente è perché nella vostra alimentazione è presente troppo zucchero.

Gonfiore addominale

Il gonfiore addominale è quasi sempre dovuto ad una qualche difficoltà a livello digestivo: sono diversi i cibi che lo possono causare, tra questi ci sono gli zuccheri. Quando non vengono assorbiti dall’intestino tenue, si trasferiscono in quello crasso in cui fermentano, generando gas. Se il gonfiore è riconducibile ai cibi dolci, è bene limitarne l’assunzione.

Aumento di peso

Ovviamente, una delle conseguenze più immediate dell’eccessiva assunzione di zuccheri è il guadagno di peso: se notate di aver preso qualche chilo in poco tempo, nonostante i pasti principali siano cambiati poco, riflettete sulla quantità di dolci vi siete concessi nelle settimane precedenti.

Emicrania e appannamento mentale

I mal di testa ricorrenti assieme alla sgradevole sensazione di obnubilamento da cui spesso sono accompagnati può essere un secondo segno di un consumo troppo alto di zuccheri. In questo caso oltre al sistema nervoso è anche il sistema vascolare a rispondere negativamente all’errata alimentazione.

Cattivo sapore in bocca

La sgradevole sensazione di avere la bocca impastata è una condizione tipica dell’eccessivo consumo di zuccheri, ne sono i responsabili il cambiamento della secrezione salivare assieme alle modificazioni della flora del cavo orale.

Brufoli

Molti disturbi dermatologici come sono proprio legati al consumo eccessivo di zuccheri. In parte perché i batteri della flora cutanea nutrendosi di zuccheri possono proliferare incontrollati, in parte perché i cambiamenti ormonali indotti dal consumo di zucchero eccessivo potrebbero portare ad una secrezione massiva di sebo.

Cistiti ricorrenti

Molte infezioni del tratto uro-genitale sono proprio legate al consumo esasperato di zuccheri. Una delle prime scelte terapeutiche, in questi casi, è proprio quella di ridurre il contenuto dietetico di zuccheri.

Tanta pipì

Importante segno della patologia diabetica, la poliuria, così si chiama dal punto di vesta medico la necessità di fare spesso pipì, è segno che il problema è già in stato avanzato. Quando compare questo sintomo, purtroppo, la condizione metabolica è infatti già compromessa.