Mangiato troppo? Per riprendevi dagli eccessi del pranzo di Natale, ecco alcune indicazioni per sentirsi più leggeri e scattanti.

Nonostante sia risaputo che i pasti delle festività natalizie possano portare ad un aumento di peso, la maggior parte degli italiani non rinuncia ai pranzi e alle cene in famiglia.

Consigli per rimettersi in forma dopo le feste

Ecco perché, per lasciarsi alle spalle gli strascichi di pranzi e cenoni, bisogna controllare l’alimentazione, attraverso una dieta corretta, sia riprendere un regolare movimento. In fondo si tratta di abitudini che fanno parte di uno stile di vita sano e che, per questo, non andrebbero mai abbandonate del tutto, nemmeno durante il periodo natalizio.

Dieta post Natale: cosa mangiare e cosa evitare

Partiamo col dire che non bisogna seguire diete drastiche “fai da te”, ma sposare uno stile nutrizionale sano, anche con l’aiuto di un esperto, se necessario. Le diete ‘fai da te’, a volte, non portano i risultati tanto attesi e spesso non permettono di assimilare delle abitudini nutrizionali corrette.

Alimentazione seguire nella dieta dopo le feste

Più che di ‘dieta post Natale’, sarebbe meglio parlare di una corretta alimentazione che dovremmo seguire sempre e non solo in questa fase di ‘ripresa’. Si tratta dunque di un regime alimentare che dovrebbe rientrare nelle nostre abitudini quotidiane, al fine di preservare e migliorare la salute.

Ciò che bisognerebbe fare, quindi, è adottare quindi uno stile nutrizionale sano, equilibrato e quanto più vario possibile. Questo prevede che i pasti principali siano completi e bilanciati, ossia composti da carboidrati, proteine e fibre, ricordando che i benefici di una nutrizione adeguata partono dalla scelta degli alimenti che compongono i nostri pasti.

Entrando nel dettaglio, vediamo quali sono i cibi da preferire, sicuramente, alimenti di origine vegetale come frutta, verdura e legumi, che sono ricchi di fibre, vitamine e sali minerali.

Inoltre, è importante consumare regolarmente cereali (pasta, pane, riso eccetera), meglio se integrali. I carboidrati contenuti nei cereali, infatti, rappresentano la primaria fonte di energia dell’essere umano.

Il primo suggerimento è quello di iniziare il pasto con la verdura, poiché le fibre aiutano il senso di sazietà. Aiuta a placare la fame, ma senza appesantire.

Non esagerare con la frutta. Spesso, il giorno dopo un’abbuffata, si tende a mangiare solo frutta, probabilmente per il senso di colpa. In realtà la frutta, a causa della fermentazione, può aumentare il senso gonfiore addominale e meteorismo. Meglio quindi non esagerare.

Un altro suggerimento molto importante, è importante sapere che iil giorno dopo l’abbuffata natalizia, non bisogna stare a digiuno perché questo potrebbe creare uno stress per il vostro corpo e magari portatrvi a mangiare in maniera esagerata la sera, a causa della fame. Bisogna semplicemente stare più leggeri.

Si potrebbe saltare la colazione e fare un pranzo ed una cena a base prevalentemente di proteine (carne bianca o pesce; le uova tendono a dare gonfiore addominale) e verdure crude o al forno. Diminuiamo la quota di carboidrati, visto che ne abbiamo fatto scorta il giorno prima, e magari scegliamo quelli senza glutine (quinoa, miglio, grano saraceno. amaranto). Meglio evitare i legumi, per motivi ovvi a tutti.

Chi è abituato a fare un’attività fisica, sentirà la necessità di muoversi per destarsi dal torpore, dovuto principalmente dai molti carboidrati assunti il giorno precedente. Bene, seguite il vostro istinto. La dieta dopo le feste non ne risentirà di certo!
Per chi invece è più restio a muoversi, cercate di fare almeno una passeggiata a passo spedito, vedrete che dopo vi sentirete meglio.

Non esagerare con la frutta. Spesso, il giorno dopo un’abbuffata, si tende a mangiare solo frutta, probabilmente per il senso di colpa. In realtà la frutta, a causa della fermentazione, può aumentare il senso gonfiore addominale e meteorismo. Meglio quindi non esagerare.

in pratica, il giorno dopo un’abbuffata festiva non bisogna stare a digiuno perché questo potrebbe creare uno stress per il vostro corpo e magari portatrvi a mangiare in maniera esagerata la sera, a causa della fame. Bisogna semplicemente stare più leggeri.

Si potrebbe saltare la colazione e fare un pranzo ed una cena a base prevalentemente di proteine (carne bianca o pesce; le uova tendono a dare gonfiore addominale) e verdure crude o al forno. Diminuiamo la quota di carboidrati, visto che ne abbiamo fatto scorta il giorno prima, e magari scegliamo quelli senza glutine (quinoa, miglio, grano saraceno. amaranto). Meglio evitare i legumi, per motivi ovvi a tutti.

Chi è abituato a fare un’attività fisica, sentirà la necessità di muoversi per destarsi dal torpore, dovuto principalmente dai molti carboidrati assunti il giorno precedente. Bene, seguite il vostro istinto. La dieta dopo le feste non ne risentirà di certo!
Per chi invece è più restio a muoversi, cercate di fare almeno una passeggiata a passo spedito, vedrete che dopo vi sentirete meglio.