L’Uncaria tomentosa è una pianta rampicante appartenente alla famiglia delle Rubiaceae. Può raggiungere un’altezza compresa tra i 3 e i 5 metri, ha fiori gialli a forma di calice ed è originaria delle foreste del Sud America, in particolare di Perù, Colombia e Brasile.

Il nome uncaria deriva dalle insolite foglie, che hanno una superficie morbida (tomentosa) ma sviluppano protuberanze uncinate alla base per aggrapparsi ad altre piante.

L’uncaria è oggi considerata un trattamento efficace a base di piante per il raffreddore e altre condizioni infiammatorie che causano dolore alle ossa, ai muscoli o alle articolazioni. Inoltre, ripristina un sano equilibrio dei fluidi intestinali.

Esaminiamo le sue proprietà e come possiamo utilizzarle.

Proprietà principali

Le principali proprietà di questa pianta includono la capacità di modulare il sistema immunitario e di ridurre l’infiammazione, oltre a fornire sollievo dal dolore.

Sembra che gli alcaloidi pentaciclici siano i componenti che stimolano l’azione immunomodulante. In alcuni studi è stato osservato che l’Uncaria è in grado di potenziare in meno di tre giorni l’attività delle cellule NK e di elevare i livelli di attacco citotossico delle cellule T entro 3 settimane.

Gli antivirali e i farmaci chemioterapici agiscono sulle cellule colpite da virus o tumori.

L’uncaria aumenta anche l’attività dei globuli bianchi e la loro capacità di attaccare virus e batteri.

Le caratteristiche della pianta la rendono un alleato naturale in caso di attacchi virali e altre infezioni, nonché un agente che regola il sistema immunitario in caso di infiammazione.

Inoltre, l’uncaria è diuretica e contiene antociani, sostanze che appartengono alla classe dei polifenoli. Ciò determina un’azione antiossidante che rallenta l’invecchiamento delle cellule, migliorando la funzionalità generale dell’organismo e prevenendo lo sviluppo di malattie degenerative.

L’azione dell’Uncaria Tomentosa è quindi benefica per:

  • Prevenire e combattere influenza e malattie da raffreddamento
  • Riequilibrare la flora batterica, risolvendo sintomi come meteorismo e gonfiore
  • Eliminare tossine e liquidi in eccesso, contro ritenzione idrica e cellulite, contrastare reumatismi, artrosi, stati infiammatori, dolori muscolari e osteoarticolari
  • Ottenere un effetto antidolorifico e anti-infiammatorio in caso di artrite reumatoide

LLa corteccia della pianta è nota per le sue concentrazioni particolarmente elevate di sostanze benefiche, che le conferiscono proprietà antivirali e antimutagene.

Pertanto, è particolarmente indicato per il trattamento di herpes, varicella zoster (varicella), reumatismi (infiammazione causata da un virus nelle articolazioni e nei muscoli che può portare a dolori acuti o cronici), infiammazioni osteoarticolari e dolori muscolari, nonché cistiti/uretriti infettive e prostatiti.

I principi attivi dell’uncaria sono più concentrati nella parte della radice e del fusto che nelle altre parti, quindi per ottenere il massimo, è necessario preparare estratti da tutte le sue parti.

Tuttavia, poiché finora non sono state registrate reazioni avverse, sono possibili alcune reazioni allergiche in caso di ipersensibilità. Per questo motivo, se ne sconsiglia l’assunzione durante la gravidanza e l’allattamento e non è consigliabile l’assunzione subito dopo un intervento chirurgico.

Vi invitiamo a chiedere consiglio al vostro medico di base.