Vaccini, si avvicina il Vax Day: Dosi distribuite in tutta Italia.

66

Una parte delle 9.750 dosi dei vaccini Pfizer è arrivata a Pratica di Mare, provenienti dallo Spallanzani. Dall’hub nazionale 5 aerei (due C27J dell’Aeronautica, due Dornier Do. 228 dell’Esercito e un P-180 della Marina) trasporteranno le dosi nelle mete più lontane, in modo da poter far partire domani la vaccinazione in tutta Italia simultaneamente.

“Domenica V-day. Si parte dall’istituto Spallanzani. Nel Lazio coinvolti 955 operatori sanitari, 280 nelle provincie, 560 a Roma, 115 tra le unità mobili Uscar e l’Ares”. E’ quanto viene sottolineato nel bollettino regionale. Le Asl e le aziende ospedaliere partiranno nei due giorni a seguire.

Le fiale del vaccino sono arrivate all’ospedale Spallanzani di Roma dopo un viaggio iniziato alla Vigilia di Natale dalla fabbrica della Pfizer in Belgio ed ora sono conservate in celle frigorifere in grado di mantenere una temperatura di -75 gradi, come richiesto dalla casa farmaceutica. Una parte di esse è stata caricata in contenitori termici a bordo dei mezzi dell’Esercito e consegnata in tutti i punti di somministrazione entro i 300 chilometri da Roma mentre le dosi destinate alle regioni più distanti sono consegnate dall’aeroporto militare di Pratica di Mare con 5 aerei nel resto d’Italia.

A riceverne il maggior numero è la Lombardia, la regione più colpita dalla pandemia e anche questo è un altro simbolo di una giornata che sarà uguale per tutta l’Europa: ha avuto 1.620 dosi suddivise in 324 fiale. Subito dopo c’è l’Emilia Romagna, che ha ricevuto 975 dosi, il Lazio (955), il Piemonte (910) e il Veneto (875), la regione che invece è più in difficoltà in questa seconda fase. “Siamo convinti che i cittadini comprenderanno l’importanza di questo momento” dice ancora Arcuri auspicando che la stragrande maggioranza degli italiani scelga di vaccinarsi.