Variante Delta: “Bastano 5-10 secondi per essere contagiati”

La variante Delta continua a preoccupare gli esperti in virtù della sua maggiore trasmissibilità rispetto alla variante Alfa (circa il 60% in più), che a sua volta era il 50% più contagiosa dell’originale ceppo di Wuhan.

In particolare, destano preoccupazione le affermazioni del capo della Sanità del Queensland, Jeannette Young, che ha sollevato l’ipotesi che bastino pochissimi secondi a contatto con un positivo per essere contagiati dalla variante Delta.

Variante Delta: “Bastano 5-10 secondi per essere contagiati”

Come riportato da Abc.net, Young ha dichiarato: “Se ricordate, all’inizio di questa pandemia, ho detto che 15 minuti di stretto contatto (con un positivo, ndr) erano una preoccupazione”.

“Ora, sembra che siano tra i cinque e i dieci secondi“, ha aggiunto, riferendo che “il rischio è molto più alto ora rispetto a solo un anno fa”.

È bene ricordare che questa finestra temporale è stata calcolata sulla base di una deduzione empirica, osserva il Corriere della Sera, e non è stata supportata da alcuno studio scientifico. E’ un dato da tenere presente, soprattutto ora che in Italia non sono più obbligatorie le mascherine all’aperto e sono ancora molte le persone che non hanno ancora ricevuto la seconda dose, la sola in grado di proteggere adeguatamente contro la variante.

A Sydney, cinque milioni di persone sono in lockdown in seguito a un focolaio di variante Delta che ha provocato alcune decine di contagi e ora si corre ai ripari, dal momento che meno del 5% della popolazione ha completato il ciclo vaccinale.