Variante Delta, crescono i contagi: 4 regioni verso la zona gialla

La variante Delta sta facendo risalire i contagi anche in Italia. Il trend di crescita, al momento, è meno marcato rispetto agli altri Paesi europei, ma il Comitato tecnico scientifico, l’Istituto superiore di Sanità e il Ministero della Salute sono allerta, soprattutto in vista dell’estate. Il Cts si è riunito venerdì per valutare proprio la situazione delle altre nazioni: in Spagna il 26 giugno c’erano 2.711 positivi, saliti a 21.879 il 9 luglio. Sabato 10 luglio, in Italia, i positivi erano 1.400. Numeri ancora bassi, ma che fanno oscillare le zone bianche: alcune regioni potrebbero presto tornare gialle, stando ai dati dal 4 luglio al 10 luglio. Il tetto da non superare è di

Variante Delta, le regioni verso la zona gialla

Nelle Marche l’incidenza di casi settimanali ogni 100 mila abitanti è di 15,3. n Abruzzo è di poco superiore: lì l’incidenza di casi settimanali ogni 100 mila abitanti è di 16,6. Si sfiora quota 20 in Campania, dove l’incidenza è di 19 positivi ogni 100 mila abitanti. La regione più vicina a tornare in zona gialla al momento è la Sicilia, dove si registra un’incidenza di 21 casi ogni 100 mila abitanti.

Europa, casi variante Delta fra tifosi e in vacanza

Allarme anche in Europa pee la variante delta, in particolare per i focolai che si moltiplicano durante le vacanze e fra i tifosi. Una circolare del Ministero della Salute avverte che le autorità sanitarie finlandesi riferiscono di numerosi casi di Covid-19 tra i circa 4500 tifosi di Uefa Euro 2020 di ritorno dalle partite in Russia.

Ogni allentamento durante i mesi estivi della delle misure “senza un contemporaneo aumento dei livelli di vaccinazioni complete nella popolazione, potrebbe portare ad un repentino e significativo aumento dei casi Covid-19 in tutte le fasce d’età, soprattutto sotto i 50 anni, con un incremento associato dei ricoveri e decessi”, si legge nel documento del ministero firmato dal direttore della prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza che invita a vaccinare, tracciare a sequenziare.